Benessereblog Salute La musica è (anche) questione di geni

La musica è (anche) questione di geni

La musica è (anche) questione di geni

Per diventare musicisti provetti non bastano solo studio e pratica: quando si vuole imparare la musica anche i geni giocano un ruolo fondamentale e tanto più ci si esercita suonando lo strumento preferito tanto più i geni influenzano la capacità di suonare. A dimostrarlo è uno studio pubblicato da Zach Hambrick, docente di psicologia della Michigan State University, e dal collega dell’Università del Texas Ellito Tucker-Drob sulla rivista Psychonomic Bulletin & Review.

Studiando 850 coppie di gemelli Hambrick e Tucker-Drob hanno scoperto che i musicisti provetti si esercitano molto di più rispetto a quelli meno esperti, ma anche che la propensione ad esercitati è alimentata almeno in parte da fattori genetici. Scoprire questa influenza dei geni è stato possibile includendo nello studio sia gemelli identici (che in quanto tali hanno patrimoni genetici identici al 100%), sia gemelli non identici (che condividono solo il 50% dei loro geni).

Il risultato più sorprendente riguarda però l’effetto prodotto dalla combinazione tra il fatto di avere i geni “giusti” e l’esercizio.

Abbiamo scoperto

Spiega Hambrick

che contrariamente all’idea generale secondo cui l’effetto genetico scomparirebbe esercitandosi sempre di più i geni diventano più importanti nel determinare le differenze fra le persone nelle performance musicali nel momento in cui si esercitano.

In altre parole, i geni “giusti” non fanno sentire la loro presenza quando si è musicisti allo sbaraglio, ma tanto più ci si esercita e tanto migliori saranno i risultati di chi ha la musica scritta nel DNA.

Il dibattito “natura contro cultura” è stato sollevato sin dagli albori della psicologia

commenta Hambrick.

Tutto ciò rende ben chiaro che entrano in gioco entrambe. Non solo nel senso che sia la natura che la cultura danno un contributo, ma che interagiscono l’un l’altra.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Michigan State University Today

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social