Benessereblog Salute Malattie Il caffè aiuta a prevenire il Parkinson

Il caffè aiuta a prevenire il Parkinson

E’ la scoperta dei ricercatori dell’Università di Porto pubblicata sul “Journal of Alzheimer’s Desease”. A questo studio si sono uniti i dati di 25 ricerche precedenti ed il risultato è il seguente: un consumo moderato di caffè potrebbe diminuire di un quarto le probabilità di sviluppare il morbo di Parkinson. Due, al massimo tre tazzine […]

Il caffè aiuta a prevenire il Parkinson

E’ la scoperta dei ricercatori dell’Università di Porto pubblicata sul “Journal of Alzheimer’s Desease”. A questo studio si sono uniti i dati di 25 ricerche precedenti ed il risultato è il seguente: un consumo moderato di caffè potrebbe diminuire di un quarto le probabilità di sviluppare il morbo di Parkinson.

Due, al massimo tre tazzine di caffè al giorno, riducono del 25% il rischio negli uomini e solo il 14% nelle donne.

Gli studiosi hanno inoltre riscontrato che l’effetto protettivo sembra essere direttamente proporzionale alla quantità di caffè assunta.

Questo, dunque, non è il primo studio che conferma gli effetti positivi della caffeina sul cervello, infatti numerosi studi hanno dimostrato che benefici si hanno anche per il cuore, contro la demenza senile, il cancro alla prostata ed inoltre può aiutare il metabolismo.

Via | Telegraph.co.uk

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cirrosi epatica: i sintomi da riconoscere
Malattie

Negi stadi iniziali, i sintomi della cirrosi epatica possono passare inosservati. Spesso, infatti, la malattia si presenta inizialmente in modo asintomatico, per poi aggravarsi progressivamente, andando a danneggiare la salute in molti modi differenti. Tra i primi sintomi da riconoscere vi sono stanchezza, prurito in tutto il corpo, perdita di peso e inappetenza. Man mano che si aggrava, la cirrosi può danneggiare non solo il fegato, ma tutto il corpo a 360 gradi, coinvolgendo anche il cervello.