Benessereblog Benessere Psicologia Il bullismo fra adolescenti danneggia sia le vittime che i carnefici

Il bullismo fra adolescenti danneggia sia le vittime che i carnefici

Il bullismo fra adolescenti danneggia sia le vittime che i carnefici

Un nuovo studio condotto dai membri della Martin Luther University Halle-Wittenberg (MLU) rivela che sia i bulli che le vittime di bullismo soffrono a causa di questo grave problema sociale. Vittime e carnefici sono infatti maggiormente inclini a consumare alcol e tabacco, a lamentarsi dei propri sintomi psicosomatici e ad avere problemi relazionali nel loro ambiente sociale. Per il loro studio, gli autori hanno confrontato i dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), relativi a circa 3.000 adolescenti.

I dati includevano informazioni in merito al bullismo subito o perpetrato, oltre a dettagli sul consumo di alcol e tabacco, sui disturbi psicosomatici (come dolori allo stomaco, mal di testa, mal di schiena o depressione), sulla facilità con cui riuscivano a parlare con i loro amici e su come percepivano il sostegno sociale da parte dei loro compagni di classe.

Ebbene, i risultati indicano che i ragazzi e le ragazze hanno le stesse probabilità di consumare alcolici e fumare sigarette quando sono stati vittime di attacchi verbali o fisici, con le ragazze che sono risultate leggermente più inclini a internalizzare i problemi (e che quindi tendevano a soffrire maggiormente di mal di stomaco o di mal di testa).

Inoltre, gli autori sono rimasti sorpresi dal fatto che sia i bulli che le vittime hanno sofferto degli stessi problemi ed hanno provato le stesse difficoltà nel parlare con amici e compagni di classe, poiché sentivano di ricevere uno scarso supporto sociale.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social