Benessereblog Alimentazione Cibi e bevande I fagiolini gonfiano la pancia?

I fagiolini gonfiano la pancia?

Contrariamente alla credenza comune, i fagiolini non gonfiano affatto la pancia. Questi deliziosi e versatili legumi sono ricchi di fibre, che promuovono una buona digestione e una regolare funzione intestinale, evitando gonfiori indesiderati. Inoltre, sono un'ottima fonte di vitamine, minerali e antiossidanti, che supportano il sistema immunitario e la salute generale. Godete della loro bontà senza preoccupazioni portandoli in tavola per un pasto gustoso e nutriente.

I fagiolini gonfiano la pancia?

Fonte immagine: Pixabay

Alimento particolarmente amato, è vero che i fagiolini gonfiano la pancia? La risposta, molto semplicemente, è no. Se è vero che sono a tutti gli effetti dei legumi – tecnicamente sono i baccelli immaturi di una varietà di fagiolo, il Phaseolus Vulgaris – è anche vero che, rispetto a questi, non vantano gli stessi “effetti collaterali” sul nostro intestino. Con l’arrivo della stagione estiva, i fagiolini si riconfermano come una scelta perfetta per coloro che desiderano seguire una dieta leggera e bilanciata. Approfondiamo l’argomento ponendo l’accento su quando non mangiarli e su quali verdure evitare per la pancia gonfia.

I fagiolini gonfiano la pancia?

Abbiamo detto che i fagiolini sono legumi, ed i legumi possono causare una sensazione di gonfiore o flatulenza in alcune persone. “Il meteorismo legato al consumo di leguminose e di altri ortaggi – si legge sul sito dell’Humanitas- spesso è dovuto al fatto che il nostro intestino si è abituato ad alimenti molto raffinati e si è disabituato alla fibra. Di fronte a cibi ricchi di fibre reagisce in modo anomalo, fermentando, gonfiando la pancia di aria e rallentando la digestione”. Oltre a questo, l’organismo umano non è in grado di digerire completamente anche i carboidrati complessi, come gli oligosaccaridi, contenuti in tali alimenti. Questi carboidrati passano nel colon, dove vengono fermentati dai batteri intestinali, producendo gas come sottoprodotto. Portando ad una sensazione di gonfiore addominale o a flatulenza.

i fagiolini gonfiano la pancia?
Fonte: Pixabay

Questo vale per la maggior parte dei legumi, ma i fagiolini sono un caso a parte. Questi ultimi si distinguono dagli altri legumi per il loro contenuto calorico ridotto, nonché per la quantità relativamente bassa di proteine e carboidrati. Questo li rende un’opzione ideale per coloro che cercano di mantenere un’alimentazione leggera durante l’estate, quando spesso si preferiscono pasti più freschi e meno calorici. Inoltre, sono noti per essere ricchi di fibre, un elemento chiave per favorire la digestione e il transito intestinale. Dei preziosi alleati per garantire un corretto funzionamento dell’apparato digerente, prevenire la stitichezza e mantenere un sistema digestivo sano. Naturalmente  è importante ricordare come il modo in cui il corpo di una persona reagisce ai fagiolini può variare notevolmente da individuo a individuo. Mentre alcune potrebbero essere più sensibili alle fibre o ai carboidrati complessi in essi presenti, in altre non provocano alcun disagio.

Quando non mangiare i fagiolini?

I fagiolini sono generalmente considerati sicuri e salutari per la maggior parte delle persone. Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui potrebbe essere consigliabile evitare o limitarne il consumo. In particolare, chi soffre di calcoli renali dovrebbe evitarli in quanto i fagiolini contengono acido ossalico, sostanza che favorisce la formazione di tali piccole masse solide formate da cristalli che si accumulano nei reni e che possono risultare veramente dolorose.

Qual è la verdura che gonfia la pancia?

L’importanza di una dieta ricca di vegetali è indiscutibile, ma è altrettanto importante essere consapevoli degli alimenti che potrebbero causare gas intestinali. Tra i vegetali più noti per il loro potenziale di generare flatulenza troviamo cipolle, cavoli, broccoli, cetrioli, ravanelli, cavolfiori.

FONTI:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Sciroppo di glucosio, fa male?
Cibi e bevande

Lo sciroppo di glucosio può comportare rischi per la salute quando consumato in eccesso. È una fonte concentrata di zuccheri semplici, principalmente glucosio, che può provocare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, favorendo l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache. Inoltre, il suo utilizzo frequente può contribuire alle carie dentali. Tuttavia, quando consumato con moderazione come parte di una dieta equilibrata, lo sciroppo di glucosio.