Benessereblog Salute Malattie HIV, scoperta proteina che affama il virus

HIV, scoperta proteina che affama il virus

Una straordinaria scoperta: una proteina in grado di affamare il virus dell'HIV.

HIV, scoperta proteina che affama il virus

Rallentare la progressione dell’HIV, affamando il virus. Ci provano, grazie ad una proteina scoperta di recente, i ricercatori del Langone Medical Center della New York University.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Immunology, si basa su una proteina denominata SAMHD1 che impedisce al virus di intaccare i globuli bianchi attaccati con i dNTP (trifosfati deossinucleotidi). I dNTP sono molecole alla base del DNA dell’HIV. I geni della cellula sono costretti a generare altre copie del virus.

Molti pazienti sieropositivi africani presentano tassi elevati della proteina nel sangue. Forse che il loro l’organismo è riuscito a trovare una cura ed a rispondere all’attacco del virus?

Spiega Nathaniel R. Landau, una delle firme dello studio, che questa proteina:

In un certo senso fa morire di fame il virus: quando il virus entra nella cellula protetta dalla SAMHD1 non succede più niente, non riesce a costruire il suo DNA, e quindi non si moltiplica.

La scoperta è straordinaria, dal momento che aumentando il livello della proteina o inserendola nelle cellule che ne sono sprovviste, si potrebbe giungere ad un trattamento efficace per arrestare la progressione dell’HIV.

Via | NYU Langone Medical Center
Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Oggi è la Giornata Internazionale della Malattia di Chagas
Malattie

Oggi ricorre la Giornata Internazionale della Malattia di Chagas, una giornata di sensibilizzazione che mira a far conoscere questa pericolosa infezione. La malattia di Chagas, anche nota con il nome di tripanosomiasi americana, è molto diffusa nei Paesi dell’America Latina, ma rappresenta sempre più un problema di portata globale. Vediamo come avviene il contagio e quali sono gli obiettivi del World Chagas Disease Day 2023.