Benessereblog Salute Granuloma dentale non curato: quali sono le conseguenze?

Granuloma dentale non curato: quali sono le conseguenze?

Granuloma dentale non curato: quali sono le conseguenze?

Quali sono le conseguenze di un granuloma dentale non curato? E quali sono i possibili trattamenti in presenza di un granuloma? Un granuloma dentale (noto anche con il nome di granuloma apicale o periapicale) non è altro che un’infiammazione cronica che colpisce l’apice radicale del dente e i tessuti circostanti. Per togliere ogni dubbio, diciamo innanzitutto che un granuloma dentale non è un tumore. Nonostante ciò, se non trattato in maniera adeguata potrà comunque causare conseguenze spiacevoli sul lungo periodo.

Fra queste si segnalano ad esempio una forte sensazione di dolore, la comparsa di ascessi dentali o di fistole.

In molti casi la presenza di un granuloma può non dare alcun sintomo anche per diversi anni (e risultare quindi “asintomatica” o silente). Ciò può portare allo sviluppo di conseguenze anche gravi, dal momento che il problema non verrà trattato in maniera tempestiva. Ma quali possono essere le cause del granuloma dentale? E quali i trattamenti più indicati?

Cause del granuloma dentale, sintomi e possibili trattamenti

dentista

Fra le possibili cause dei granulomi dentali si segnalano la presenza di pulpiti e carie trattate in modo inadeguato o non curate affatto, una devitalizzazione eseguita in modo scorretto o traumi dentali. La presenza di un granuloma può comportare disturbi come:

  • Forte dolore alla bocca durante la masticazione
  • Gonfiore gengivale
  • Insorgenza di pulpiti (infiammazione della polpa)
  • Necrosi della polpa radicolare.

Dopo aver eseguito un’apposita radiografia, il vostro dentista potrà diagnosticare l’eventuale presenza di un granuloma al dente e indicare quindi il trattamento più adeguato. Purtroppo non è possibile trattare il problema con una terapia antibiotica. La cura potrà andare dalla devitalizzazione del dente all’apicectomia (rimozione dell’apice del dente), fino all’asportazione del dente interessato, ipotesi che andrà presa in considerazione nei casi più gravi per via della sua irreversibilità.

Un granuloma dentale non curato può portare alla perdita definitiva del dente, per cui si tratta evidentemente di un problema da non sottovalutare e da non ignorare.

Foto di Reto Gerber da Pixabay
Foto di StockSnap da Pixabay
via | GMVNet

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social