Benessereblog Salute Malattie Gli animali domestici fanno bene al cuore

Gli animali domestici fanno bene al cuore

Animali domestici aiutano a gestire lo stress e migliorano la salute del cuore nei pazienti affetti da malattie croniche.

Gli animali domestici fanno bene al cuore


Gli animali domestici fanno bene al cuore dei pazienti affetti da malattie croniche. A rivelarlo è un recente studio condotto da un’équipe di ricercatori giapponesi, afferente alla Kitasato University di Kanagawa, pubblicato sulla rivista di divulgazione scientifica American Journal of Cardiology.

Gli autori hanno monitorato per 24 ore la reattività del cuore allo stress in un campione di circa 200 pazienti, affetti da ipertensione, diabete o colesterolo alto. Ebbene, chi possedeva un animale domestico è risultato più reattivo, capace di adattarsi e rispondere meglio in situazioni stressanti, rispetto a chi non aveva un animale domestico in casa.

Che gli animali domestici alleviassero lo stress, calmandoci nei momenti di maggiore tensione ed ansia, era cosa nota. Così come erano noti i benefici della pet therapy durante la convalescenza, per gli anziani soli ed in condizioni come l’autismo. Questo studio aggiunge un ulteriore tassello ai benefici sulla salute psicofisica che derivano dal prendersi cura di un cane, di un gatto o di un altro pet.

Esattamente i ricercatori hanno scoperto che in chi possedeva un animale domestico, il cinque per cento dei battiti cardiaci differiva di 50 millisecondi rispetto ai pazienti senza un pet al seguito.

Una ricerca condotta nel 2008 sui gatti aveva già dimostrato che gli animali fanno bene al cuore. Chi possiede un gatto, infatti, ha minori probabilità di ammalarsi di malattie cardiache.

Via | Huffington Post
Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.