Benessereblog Salute Foam roller: i benefici a breve e a lungo termine

Foam roller: i benefici a breve e a lungo termine

Quali sono i benefici a breve e a lungo termine del Foam Roller? Ecco alcune indicazioni fornite dagli esperti.

Foam roller: i benefici a breve e a lungo termine

Il Foam Roller è un attrezzo che, in passato, veniva usato solo dagli atleti professionisti. Oggi è difficile entrare in una palestra senza inciampare in uno di questi strani tubi di gomma. Per chi non lo sapesse, il Foam Roller si usa applicando il proprio peso corporeo a un cilindro di schiuma, eseguendo dei piccoli movimenti ondulatori e ripetitivi per esercitare una pressione sul muscolo. Le prove scientifiche a supporto di questa pratica sono ancora sorprendentemente limitate, per cui non possiamo fare a meno di chiederci se questo attrezzo funzioni davvero, e quali sono i benefici a breve e a lungo termine da conoscere.

Sappiamo tutti che fare stretching prima dell’esercizio fisico è importante, poiché migliora la flessibilità, ma fare troppi esercizi di stiramento potrebbe influenzare negativamente l’allenamento. Uno dei maggiori punti di forza del Foam rolling è che può migliorare la flessibilità come lo stretching, ma senza influenzare negativamente le prestazioni. Il Foam Roller può anzi migliorarle, se combinate con lo stretching.

Ma detto ciò, quali saranno gli altri benefici da tenere in considerazione? Un recente studio condotto dai membri dell’Università di Stirlin ha testato l’effetto del Foam Roller su un gruppo di volontari ai quali è stato chiesto di eseguire esercizi di Leg Extension. Dallo studio è emerso che chi aveva svolto gli esercizi con il Foam Roller prima di fare sport, faceva meno sforzo per completare l’allenamento. Grazie a questa riduzione dello sforzo, i i volontari sono stati in grado di eseguire gli esercizi in modo migliore.

Gli esperti spiegano però che sono ancora molte le cose che non sappiamo su questo particolare attrezzo. Tutte le ricerche finora condotte hanno infatti esaminato gli effetti immediati e a breve termine, ma non quelli a lungo termine, quindi saranno necessarie ulteriori ricerche per scoprire in modo più approfondito quali sono i benefici di questo particolare attrezzo.

via | DailyMail

Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.