Benessereblog Salute Il Doodle di Google celebra Wu Lien-teh: ecco chi è e cosa ha fatto

Il Doodle di Google celebra Wu Lien-teh: ecco chi è e cosa ha fatto

Chi è il protagonista del Doodle di Google di oggi? Scopriamo chi è il medico Wu Lien-teh e cosa ha fatto durante la sua vita

Il Doodle di Google celebra Wu Lien-teh: ecco chi è e cosa ha fatto

Aprendo Google, oggi vi sarete accorti che il nuovo Doodle è dedicato a un medico, e più esattamente a Wu Lien-teh, un uomo al quale dobbiamo molto. Ma chi è esattamente? E qual è stato il suo ruolo del campo della medicina? Il personaggio protagonista del Doodle di Google di oggi è un medico nato il 10 marzo del 1879 da una famiglia cinese immigrata a Penang, in Malaysia.

Wu Lien-teh è noto per essere uno dei primi scienziati ad aver compreso la funzione e l’importanza delle mascherine. Ma andiamo con ordine, e vediamo le tappe della sua carriera.

Wu fu uno dei primi studenti cinesi che si laureò alla Cambridge University, presso la facoltà di medicina. Dopo la laurea, il giovane medico fu nominato vice-direttore della China’s Imperial Army Medical College, ovvero la Scuola militare di medicina dell’Impero Cinese.

Venne poi mandato in Manciuria, una regione dell’Asia nord-orientale, quando scoppiò una pandemia che stava mietendo numerose vittime.

Il Doodle di Google celebra Wu Lien-teh, inventore delle mascherine

La pandemia era causata dalla peste polmonare, in seguito definita con il nome “peste della Manciuria“. In quella difficile situazione, Wu si rese conto che la malattia si trasmetteva da persona a persona. Il contagio avveniva per via respiratoria, per cui il medico realizzò delle bende con garza e cotone, unite a degli strati di stoffa, in modo da proteggere chi le indossava dal rischio di contagio.

È così che sembrerebbero essere nate le prime mascherine, che ancora oggi – in piena emergenza Covid – sono estremamente importanti per la nostra sicurezza. Durante la pandemia della Manciuria è stata anche promossa la sanificazione degli edifici come mezzo per ridurre il contagio, oltre all’ormai ben noto “isolamento dei pazienti”, una quarantena volta a limitare la diffusione della malattia.

La prima mascherina realizzata da Wu Lien-teh gli è valsa una nomination al Nobel per la medicina e fisiologia, che fu però vinto dal biologo tedesco Hans Spemann per i suoi studi e le sue scoperte sullo sviluppo embrionale. Nonostante ciò, Wu detiene il primato come primo cittadino malese che ha ricevuto una nomination per il premio Nobel.

via | Focus

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

A cosa serve il Dicloreum da 150?
Terapie e Cure

Dicloreum è il nome commerciale di un farmaco a base di un principio attivo che si chiama Diclofenac. Si tratta di un antinfiammatorio non steroideo, che appartiene alla categoria dei FANS: è prodotto dall’azienda Alfa Wassermann, in 3 formulazioni (Dicloreum 50, Dicloreum 100 a rilascio prolungato e Dicloreum 150 a rilascio prolungato). Si usa in caso di malattie reumatiche a localizzazione articolare e a localizzazione extra articolare, ma anche in presenza di flogosi ed edemi post traumatici