Benessereblog Alimentazione Nutrizione Dieta senza carboidrati: menù e programma

Dieta senza carboidrati: menù e programma

Dieta senza carboidrati: menù e programma

Fonte immagine: Pixabay

Una dieta senza carboidrati è, per definizione, un regime alimentare che prevede l’eliminazione dei carboidrati dalla propria alimentazione. Cosa a tutti gli effetti rischiosa ed insostenibile in quanto questi, insieme a proteine e grassi, sono nutrienti indispensabili per il nostro benessere psicofisico. Pertanto è non solo un tipo di alimentazione impraticabile, ma anche una dieta ricca di controindicazioni ed effetti collaterali che, alla lunga, non portano a nulla di buono.

Ciò premesso, sicuramente vi starete chiedendo cosa succede se si smette di mangiare pane e pasta, o quanto si perde con la dieta senza carboidrati. Ecco cosa sapere a riguardo.

Cos’è la dieta senza carboidrati

Una dieta senza carboidrati è la versione estrema di una dieta low carb, ovvero a basso contenuto di questi. Ma è anche simile, in parte, alla dieta chetogenica, che invece limita l’assunzione dei carboidrati a meno di 30 gr al giorno. La dieta senza carboidrati è un regime alimentare dal quale sono banditi tutti i carboidrati, compresi i cereali integrali, la frutta e la maggior parte delle verdure. Chi segue una dieta senza carboidrati deve quindi evitare la maggior parte di questi alimenti e di contro consumare alimenti fonte principalmente di proteine e/o grassi.

Numerosi studi affermano che ridurre il consumo dei carboidrati porti un soggetto a perdere peso, ma ciò non vuol dire che eliminarli del tutto sia salutare e, soprattutto, che i probabili veloci risultati ottenuti siano duraturi e non comportino controindicazioni ed effetti collaterali. Come si chiama la dieta senza carboidrati? Non ha un nome preciso in quanto, nonostante simile a regimi ben più famosi, non è riconducibile ad alcuno di questi.

Cosa sono i carboidrati

I carboidrati rappresentano la principale fonte di energia dell’organismo. Si trovano in una miriade di alimenti, gli stessi che portiamo in tavola ogni giorno. Altro non sono che molecole di zucchero. Sappiamo che il corpo scompone i carboidrati in glucosio. Il glucosio, è la principale fonte di energia per le cellule, i tessuti e gli organi. Può essere utilizzato dall’organismo immediatamente o venire conservato nel fegato e nei muscoli per un uso successivo. Zuccheri, amidi e fibre sono tutti carboidrati.

Dieta senza carboidrati: menù e programma
Fonte: Pixabay

Dieta senza carboidrati cosa mangiare

Cosa mangiare in una dieta senza carboidrati? Non esiste un elenco rigoroso da seguire qualora si voglia seguire una dieta senza carboidrati. Ciò in considerazione del fatto che alcuni ingredienti che contengono carboidrati sono ricchi di fibre e pertanto, a conti fatti, sono caratterizzati da una minuscola percentuale di carboidrati digeribili o netti. Si tratta, ad esempio, di noci e semi, verdure non amidacee e frutta ricca di grassi (avocado e cocco tra questi). Più che eliminare completamente i carboidrati, quindi, si dovrebbe evitare il consumo di cibi ricchi di carboidrati. E di mantenere la quantità degli stessi tra i 20 ed i 50 grammi giornalieri. Cosa mangiare se si segue una dieta senza carboidrati, quindi?

In linea generale carne, pesce, uova, formaggio, burro, oli, acqua e caffè o tè non zuccherati. Tra gli alimenti da evitare, invece, cereali integrali e raffinati, prodotti da forno come pane e torte, frutta, latte, yogurt, legumi, pasta, bevande zuccherate e verdure amidacee. Non ci sono invece raccomandazioni riguardanti il numero di calorie da assumere giornalmente in quanto l’unica indicazione riguarda semplicemente l’eliminazione di tale macronutriente.

Bene, ma quanti chili si perdono con la dieta senza carboidrati? Chi l’ha seguita afferma di aver perso circa 3 chili in 10 giorni. Ma si ricorda come sia sconsigliata in virtù di altri regimi alimentari meno drastici e più equilibrati. 15 giorni senza carboidrati? E’ assolutamente sconsigliato privarsene così a lungo.

Dieta senza carboidrati vantaggi

Per capire a cosa serve la dieta senza carboidrati, ciò che possiamo dire è che si tratta di un tipo di alimentazione utile per disintossicare l’organismo (anche se non è il solo e sicuramente non il più sano) e per eliminare il gonfiore addominale. Essendo povera di carboidrati e ricca di proteine ​​​​e grassi può aiutare a ridurre l’apporto calorico assunto complessivamente e a portare ad una perdita di peso. Tuttavia, una dieta senza carboidrati non è indispensabile per ottenere tali risultati. E nel caso in cui si decida di seguirla, va portata avanti per non oltre 10 giorni.

Nonostante non esistano studi effettuati su diete senza carboidrati, quelli condotti sulle diete low carb suggeriscono che un’alimentazione di tale tipologia possa migliorare la salute del cuore, un migliore controllo della glicemia alta e dei suoi sintomi. Può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna e ad un minor rischio di sviluppare la sindrome metabolica. Tuttavia, a rischio di essere ripetitivi, esistono numerose altre diete capaci di portare tali benefici a fronte di pochissime controindicazioni. Sarebbe più ragionevole, forse, seguire una dieta senza carboidrati solo a cena. Naturalmente sempre sotto la supervisione di un professionista.

Dieta senza carboidrati: menù e programma
Fonte: Pixabay

Dieta senza carboidrati controindicazioni ed effetti collaterali

Uno dei problemi più diffusi che riguarda le diete a basso contenuto di carboidrati sta nel fatto che queste possono limitare la quantità di fibre assunte ogni giorno e, naturalmente, che sono difficilmente sostenibili da mantenere a lungo termine. Il basso apporto di fibre può causare stitichezza e mancanza di energia in quanto vengono a mancare molti alimenti caratterizzati da preziose sostanze nutritive come vitamine e sali minerali.

Una dieta senza carboidrati e zuccheri può portare a conseguenze quali costipazione e disturbi digestivi, e ad una carenza di alcuni nutrienti indispensabili per mantenerci in salute come potassio, vitamine del gruppo B e vitamina C. La via per rimanere in salute è quella che consiste in un mix di alimentazione bilanciata e varia ed attività fisica regolare unitamente ad uno stile di vita sano. In assenza di sufficienti studi sugli effetti a lungo termine della dieta senza carboidrati, si consiglia di evitarla. Sicuramente non è adatta per chi è in gravidanza o in allattamento, per i bambini e per chi soffre di disturbi alimentari.

Cosa succede se non mangio carboidrati per un mese?

I carboidrati, come abbiamo visto, vengono immagazzinati nel nostro corpo sotto forma di glicogeno, fonte di energia per le attività cerebrali e non. Quando il corpo va in chetosi, l’energia prodotta dalla bruciatura dei grassi è a rilascio molto più lento rispetto a quella derivante dall’assunzione dei carboidrati. Ciò provoca un rallentamento delle normali attività ed anche un alito decisamente più pesante per via della chetosi. Ma non bisogna aspettare un mese per rendersene conto, si sperimenta già dopo qualche giorno. Meglio non provarlo per non correre il rischio di incorrere in conseguenze ben più gravi.

Dieta senza carboidrati: menù e programma
Fonte: Pixabay

Dieta senza carboidrati: programma

Lungi dal voler proporre, qui, un programma di menù settimanale della dieta senza carboidrati per non incentivare nessuno ad intraprenderla, vi forniamo uno spunto di quello che si potrebbe mangiare nell’ambito di tale regime alimentare, assolutamente da non portare avanti per 2 settimane né per più di 10 giorni. E non facendo distinzione su una dieta senza carboidrati per donna e uomo.

Un esempio dieta senza carboidrati limita gli alimenti ad alto contenuto di carboidrati e si basa principalmente su carne, latticini, pesce, frutti di mare e alimenti vegetali a basso contenuto di carboidrati.

  • In quanto alla colazione, questa potrebbe prevedere uova, formaggio, pancetta o salsiccia di tacchino, avocado a fette.
  • A pranzo, invece, si potrebbe portare in tavola un hamburger di tacchino o delle capesante con contorno di cavolini di Bruxelles spolverati con parmigiano grattugiato.
  • A cena si potrebbero consumare delle braciole di maiale (o delle costolette di agnello), pomodori arrosto e rape o carote o zucchine in padella.

Conclusioni

Fatta chiarezza sulla dieta senza carboidrati non possiamo non considerare come questa metta al bando tutti i carboidrati (o perlomeno gli ingredienti che se ne sono ricchi) favorendo, di contro, il consumo di grassi e proteine. Nonostante possa causare la perdita di peso, questa non giustificherebbe la natura restrittiva e rischiosa della stessa, soprattutto considerati gli effetti collaterali e messa a confronto con diete quali la cheto o la Dukan.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare