Benessereblog Alimentazione Dieta sana Dieta disintossicante: cosa mangiare per depurare il fegato in 3 giorni

Dieta disintossicante: cosa mangiare per depurare il fegato in 3 giorni

Dieta disintossicante: cosa mangiare per depurare il fegato in 3 giorni

Fonte immagine: mohamed Hassan

Seguire una dieta disintossicante per il fegato, di 3 giorni o più, è la scelta ideale quando sentiamo l’esigenza di rimetterci in carreggiata.

Già, perché le feste o le abitudini poco sane, possono influire negativamente sulla nostra salute.

Cos’è la dieta disintossicante

Una dieta disintossicante o purificante – che può essere più o meno intensa – è un regime alimentare mirato a pulire il sangue ed eliminare le tossine dannose dal corpo. Se per alcuni si tratta di ridurre del tutto lo zucchero raffinato, per altri di diminuire la carne e altri prodotti animali, l’alcol, la caffeina o gli snack poco sani. Tuttavia, seguire un’alimentazione sana e variegata, è il miglior modo per disintossicarsi e rimanere sempre in salute. Basta concentrarsi su pasti fatti in casa con verdure, frutta, proteine ​​magre, cereali integrali non raffinati e grassi sani (quali, ad esempio, olio d’oliva, frutta secca ed avocado) per consentire di tornare sulla giusta strada.

Una dieta disintossicante è utile per il fegato ingrossato qualora questo sia causato da una cattiva alimentazione. In alcuni casi tale regime alimentare prevede un periodo di digiuno, seguito in ogni caso da una dieta rigorosa di frutta, verdura, succhi di frutta e acqua.

Le diete disintossicanti raramente identificano le tossine specifiche che dovrebbero rimuovere. Tuttavia, il tuo corpo può liberarsi della maggior parte di esse attraverso il fegato, le feci, l’urina e il sudore.

Dieta disintossicante e dimagrante

Le diete disintossicanti possono aiutare con la perdita di peso a breve termine. Ciò in quanto mirano ad eliminare cibi grassi e zuccherati. In alcuni casi esse possono risultare simili a regimi di digiuno intermittente. Questi hanno come effetto secondario, appunto, quello di dimagrire. 

Fonte: Rohtopia

Dieta disintossicante, cosa mangiare?

Quali sono gli alimenti che non devono mancare in una dieta depurativa di intestino, fegato e colecisti? Trattiamo dell’argomento depurazione affrontando una dieta che ci permette di eliminare le sostanze tossiche dal sangue e dal nostro corpo. Per depurare il nostro corpo è necessario conoscere  gli alimenti giusti, e scegliere quelli più semplici da digerire e privi (o quasi) di grassi e proteine.

Grazie alla dieta depurativa è possibile espellere le sostanze tossiche mediante le urine o le feci. Per far ciò, è naturalmente importante assumere alimenti diuretici e ricchi di fibre, che facilitano la funzione intestinale. Nonché le giuste quantità di liquidi.

Quali sono gli alimenti depurativi

Per aiutarti a ricalibrare la tua alimentazione e tornare in linea, considera di includere i seguenti alimenti disintossicanti nella tua dieta.

Fra gli alimenti da preferire ci sono, alcuni frutti , diversi centrifugati e frullati fatti in casa e senza zucchero, cereali integrali e condimenti sani.

Molto utili risultano anche le tisane depurative e drenanti come quella a base di the verde, di liquirizia, malva, semi di finocchio. Nello specifico:

  • Verdure. Una buona regola è quella di consumare le verdure nella maggior parte dei pasti, riempiendo almeno la metà di ogni piatto con una varietà di esse. Quelle adatte per la disintossicazione del fegato includono cipolle, aglio, barbabietole, carciofi e verdure crocifere come broccoli, cavolfiori, cavoli, cavoli, cavoli e cavoletti di Bruxelles.
  • Frutta. Anche la frutta, così come la verdura, contiene fitonutrienti che possono fornire benefici per la salute. Prediligi mele, albicocche, more, ananas, prugne, melograno, mirtilli, limone, lime, mango melone, ciliegie, pompelmi, uva, kiwi, arance, papaya, pesche, pere, lamponi, fragole, mandarini e cocomeri.
  • Cereali integrali. Ottimi per variare la dieta sono amaranto, farro, orzo, grano saraceno, miglio, avena, quinoa, riso.
  • Legumi. Ricchi di fibre, proteine ​​e ferro, sono un’alternativa sana ed economica alle proteine ​​animali. Prova piselli, lenticchie e tutte le varietà di fagioli.
  • Grassi: in fase di depurazione, prediligi grassi provenienti da alimenti come avocado, noci e semi oleosi, olio di oliva e burro di frutta secca.
  • Bevande: in una dieta disintossicante e drenante che si rispetti, un cenno meritano le bevande, che possono risultare utili per depurarsi. Scegli l’acqua di cocco, bevande o frullati con ingredienti consentiti, tisane, tè rooibos, tè alla cannella o allo zenzero, limonata senza zucchero.

Alimenti da evitare

Gli alimenti da evitare sono naturalmente quelli grassi e fritti, i dolciumi, le carni grasse, l’alcool, la caffeina e, in parte, i latticini, il sale e così via. In particolare, limitare l’assunzione complessiva di dolci e zucchero da tutte le fonti farà molto.

In alternativa, si può ricorrere a un dolcificante naturale.

  • La carne (specie quella rossa) rallenta la digestione e favorisce la riproduzione dei batteri nell’intestino.
  • Latte, formaggio e altri prodotti caseari risultano acidi per il corpo e rallentano la disintossicazione.
  • L’alcol non solo è tossico per il fegato, ma agisce sui livelli di minerali disintossicanti riducendo, ad esempio, zinco e magnesio.
  • La caffeina porta ad un aumento dei livelli di tossine nel corpo.

In una dieta detox dovrebbero essere assolutamente evitati gli alimenti trasformati, confezionati e congelati. Questi sono generalmente ricchi di sale, zucchero, grassi saturi e ingredienti artificiali.

Fonte: magdus

Dieta disintossicante per depurare il fegato in 3 giorni

Seguire il menù di una dieta disintossicante per 3 giorni può aiutarci a depurare il fegato in maniera efficace ma del tutto naturale. Nulla vieta, ovviamente, il fatto di seguire una veloce dieta disintossicante di 1 giorno solo, godendo dei benefici, seppur ridotti, che comporta.

  • Mattina presto: acqua detox (1 cucchiaio di succo di limone + 1 tazza d’acqua)
  • Colazione: frullato disintossicante (ottenuto frullando ½ avocado + 1 cucchiaio di semi di chia + 1 cucchiaio di miele biologico + 5-6 fragole)
  • Spuntino: 1 arancia + 4 mandorle
  • Pranzo: riso integrale e funghi saltati, fagiolini, carote, aglio e cipolla in olio d’oliva
  • Merenda: acqua di cocco
  • Cena: zuppa di funghi con verdure
  • Mattina presto: acqua detox (1 cucchiaio di succo di limone + 1 tazza d’acqua)
  • Colazione: frullato disintossicante (ottenuti frullando 1 banana + 1 cucchiaio di semi di lino macinati + 30 g di mirtilli + 1 cucchiaio di miele)
  • Spuntino: 1 mela + 4 mandorle
  • Pranzo: insalata di pollo con pomodorini, avocado, peperone giallo, fagioli dall’occhio bolliti e coriandolo condita con olio e yogurt.
  • Merenda: 1 cetriolo
  • Cena: zuppa di pollo con verdure
  • Mattina presto: acqua detox (1 cucchiaio di succo di limone + 1 tazza d’acqua)
  • Colazione: frullato disintossicante (ottenuto frullando 4 carote + 1 radice di barbabietola media + 1 limone sbucciato + 1 mela verde)
  • Spuntino: 1 pompelmo + 4 mandorle
  • Pranzo: insalata di avocado, cetriolo, cimette di broccoli, cavolo cappuccio, prezzemolo, riso integrale, noci tostate condite con olio, succo di limone, zenzero e curcuma)
  • Merenda: 1 cetriolo
  • Cena: merluzzo al forno e verdure al vapore

I benefici della dieta disintossicante per il fegato (e non solo)

Alcuni aspetti di una dieta disintossicante ed antinfiammatoria – come ad esempio l’attività fisica, il consumo di cibi nutrienti, l’introduzione di parecchi liquidi, la limitazione dello stress e il relax – possono avere benefici per la salute.

Tra questi, possiamo elencare:

  • perdita di grasso in eccesso
  • attività fisica (e conseguente sudorazione)
  • alimentazione sana
  • eliminazione di cibi elaborati

Nonostante non siano predeterminati, tali benefici sono piacevoli effetti collaterali per chi segue una dieta detox.

Fonte: Christine Sponchia

Le controindicazioni della dieta depurativa

Prima di fare qualsiasi tipo di dieta depurativa dimagrante, è importante considerare le possibili controindicazioni.

Ad esempio, diverse diete detox prevedono il digiuno o una forte restrizione calorica. Il digiuno a breve termine e l’apporto calorico limitato possono provocare affaticamento, irritabilità e alitosi. Oltre a provocare una carenza energetica, di vitamine e sali minerali o vari tipi di scompenso.

Bambini, adolescenti, anziani, i soggetti malnutriti, i diabetici, le persone anoressiche o bulimiche non dovrebbero seguire una dieta disintossicante se non sotto il controllo medico per evitare spiacevoli effetti collaterali.

Questa dieta in gravidanza e durante l’allattamento è altrettanto sconsigliata.

Conclusioni

Nonostante la validità delle diete disintossicanti, è bene riconoscere come, la maggior parte delle volte, le tossine presenti nel nostro corpo si possano eliminare anche senza il ricorso a tale regime alimentare.

Se è vero che le diete disintossicanti possono sembrare interessanti per i benefici che apportano, probabilmente questi sono legati all’eliminazione a monte dei cibi malsani dalla propria alimentazione più che delle tossine.

Un approccio molto più intelligente sta nel mangiare in modo sano (magari seguendo una dieta mediterranea) e nel migliorare il proprio stile di vita in modo permanente. Solo questo porta benefici ben più radicati e duraturi.

Seguici anche sui canali social