Benessereblog Salute Terapie e Cure Dermatite mani: come riconoscerla e curarla (anche) con rimedi naturali

Dermatite mani: come riconoscerla e curarla (anche) con rimedi naturali

Dermatite mani: come riconoscerla e curarla (anche) con rimedi naturali

Fonte immagine: Foto di backy3723 da Pixabay

Da diversi mesi convivi con dei fastidiosi sfoghi cutanei che colpiscono prevalentemente la pelle delle mani? La causa potrebbe essere una fastidiosa dermatite, un problema che non comporta solo disturbi a livello fisico ed estetico, ma che influenza anche la vita sociale e lavorativa di chi ne soffre. Sebbene la dermatite sia considerata un problema banale da molte persone, in realtà le implicazioni per quanto riguarda la qualità della vita quotidiana sono molte.

La dermatite alle mani, ad esempio, può causare la presenza di lacerazioni della pelle e di conseguente dolore, e può anche condizionare pesantemente la sfera lavorativa.

In questo articolo vogliamo individuare le possibili cause della dermatite sulle mani, scoprire quali sono le più efficaci regole di prevenzione e i trattamenti più indicati per alleviare il disturbo.

Dermatite alle mani: cos’è?

Si parla di dermatite alle mani – o anche di eczema alle mani – quando le manifestazioni cutanee tipiche della dermatite colpiscono i palmi, le dita e il dorso delle mani.

Quella che interessa questa parte del corpo è considerata una delle più comuni forme di dermatite. Secondo le stime, rappresenta infatti il 20-35% di tutte le forme. I possibili fattori scatenanti sono svariati, e possono andare dal contatto con sostanze allergizzanti al prolungato utilizzo di acqua e sostanze umide, fino allo stress eccessivo.

Chi colpisce?

La dermatite alle mani può colpire chiunque e a qualunque età, tuttavia è molto più comune nelle donne giovani. La malattia è particolarmente diffusa nelle persone che hanno una storia di dermatite atopica (anche durante l’infanzia) e in chi svolge lavori che comportano un’esposizione reiterata a delle sostanze chimiche.

Non a caso, la cosiddetta dermatite da contatto alle mani è considerata una delle più comuni dermatiti professionali, specialmente nei settori che comportano l’utilizzo di sostanze umide e di acqua (come il settore della pulizia, quello della ristorazione, della lavorazione dei metalli, l’assistenza sanitaria, la pittura e così via).

Tra i fattori che aumentano il rischio di soffrire di dermatite alle mani vi sono anche l’utilizzo di guanti in lattice e il lavaggio frequente delle mani.

Diversi tipi di dermatite

  • Dermatite da contatto alle mani: questa forma di dermatite può essere di tipo irritativo o allergico. La prima tipologia è provocata dal contatto con una sostanza irritante, e colpisce solo la zona che è entrata in contatto con tale sostanza. La dermatite allergica è invece un’infiammazione provocata da una sostanza allergizzante (ad esempio conservanti, allergeni del profumo, coloranti), e non si manifesta solamente nella zona entrata in contatto con tale sostanza, ma può estendersi anche nelle porzioni di pelle circostanti.
  • Dermatite da stress: anche lo stress può giocare brutti scherzi, e spesso è proprio la pelle a dirci quando è il caso di staccare la spina. La dermatite alle mani da stress è una forma di dermatite non collegata a fattori endogeni o esogeni all’organismo. Viene considerata una reazione psicosomatica che si manifesta quando il soggetto affronta dei periodi di stress molto intenso.

Perché viene la dermatite alle mani? Le possibili cause

Fonte: Foto di Martin Slavoljubovski da Pixabay

Abbiamo visto che i fattori che possono innescare questa reazione sono svariati e di diversa natura. In realtà la dermatite delle mani è spesso scatenata da una concomitanza di cause, fra le quali spiccano:

  • Fattori genetici e ignoti
  • Lesioni della pelle
  • Reazioni immunitarie (nel caso della dermatite allergica da contatto).

Nello specifico, le manifestazioni cutanee si presentano quando lo strato corneo della pelle (ovvero lo strato più esterno dell’epidermide, essenziale per formare una barriera contro l’ambiente esterno e prevenire la perdita d’acqua) va incontro a una lesione, alla quale seguirà un’infiammazione, con la conseguente comparsa dei classici sintomi della dermatite.

E a questo proposito, vediamo dunque quali sono i sintomi della dermatite o eczema alle mani e le possibili conseguenze da conoscere.

Dermatite alle mani: sintomi

Come abbiamo già accennato, questo disturbo può interessare il dorso, i palmi delle mani o le dita. L’esordio è accompagnato da una forte sensazione di prurito e di bruciore. La dermatite può essere distinta in acuta, recidivante e cronica in base all’esordio e alla frequenza con cui si manifestano i disturbi.

Vediamo quali sono i sintomi della dermatite alle mani:

  • Bruciore
  • Arrossamento della pelle
  • Prurito
  • Mani molto screpolate
  • Desquamazione
  • Tagli e sanguinamenti
  • Formazione di croste
  • Ispessimento della pelle.

Talvolta la dermatite potrebbe manifestarsi con la comparsa di bollicine contenenti liquido. In tal caso si parla spesso di eczema disidrosico, denominazione che indica un disturbo causato da problemi della sudorazione (scopri di più sulla dermatite da sudore).

Diagnosi

Ma come riconoscere la dermatite alle mani? E come viene eseguita la diagnosi? Se manifesti i sintomi che hai appena letto, la prima cosa da fare sarà prenotare una visita dermatologica. Sebbene molte persone tendano a trascurare questa condizione, a lungo andare potrebbe infatti influenzare la qualità della tua vita sia quotidiana che lavorativa, quindi sarà importante affrontarla e trattarla in maniera adeguata.

Il dermatologo potrà effettuare una corretta diagnosi basandosi sull’anamnesi e analizzando la tipologia delle lesioni della pelle. Il medico vorrà inoltre sapere quando sono comparsi i sintomi e con quali sostanze sei entrato in contatto.

In particolar modo, informalo sulla tua storia passata di malattie della pelle, se hai sofferto di dermatiti in altre zone del corpo, spiega di cosa ti occupi a lavoro e se generalmente sei esposto a sostanze potenzialmente allergizzanti o irritanti.

Trattamento

dermatite mani
Fonte: Foto di AdoreBeautyNZ da Pixabay

Ma come si cura la dermatite alle mani? Il trattamento più adatto andrà stabilito in base alle specifiche condizioni del paziente. Saranno infatti necessari degli interventi specifici in base alla causa scatenante (allergia, contatto reiterato con determinate sostanze, stress e così via). Se la sostanza che provoca i sintomi può essere identificata ed evitata, il disturbo dovrebbe migliorare e risolversi completamente in poco tempo.

Cosa usare per la dermatite alle mani?

Indipendentemente dal tipo di dermatite, di primaria importanza sarà il ripristino della barriera epidermica mediante l’applicazione di creme emollienti, in grado di mantenere la pelle idratata e protetta.

Generalmente la dermatite alle mani viene trattata con l’impiego di creme cortisoniche o con antistaminici (qualora dovessi soffrire di dermatite allergica). Con il corretto trattamento, dovresti riuscire ad apprezzare i primi miglioramenti entro pochi giorni.

Rimedi naturali

Alcune persone optano per integratori e trattamenti alternativi per tenere a bada i sintomi della dermatite alle mani. Fra i più comuni vi sono:

  • Aloe vera in gel, un rimedio ampiamente utilizzato per via delle sue proprietà lenitive e calmanti
  • Olio di cocco, da applicare sulla pelle come se fosse una normale crema per le mani
  • Miele, considerato un antibatterico e antinfiammatorio naturale
  • Burro di karité, che aiuta a ridurre rossore e prurito.

Prima di applicare uno qualsiasi di questi rimedi naturali sulla pelle, parlane con il tuo medico curante.

Prevenzione

Prevenire la dermatite alle mani è molto importante soprattutto per i lavoratori che sono quotidianamente esposti a un maggiore rischio. In primo luogo, bisognerà conoscere le sostanze potenzialmente dannose con le quali il lavoratore entra in contatto, e utilizzare degli appositi dispositivi di protezione (come i guanti) per salvaguardare la salute della pelle.

Vediamo quali sono gli altri consigli che potresti mettere in pratica per tenere a bada il disturbo:

  • Se a lavoro sei costretto a indossare i guanti per molte ore al giorno, indossane un paio di cotone sotto quelli da lavoro, in modo da favorire la traspirazione della pelle
  • Detergi le mani usando prodotti delicati e non schiumogeni, in modo da non danneggiare ulteriormente la barriera protettiva della cute
  • Mantieni la pelle il più possibile sana, in modo che sia in grado di difendersi da possibili infezioni e irritazioni
  • Usa ogni giorno delle creme idratanti e lenitive adatte al tuo tipo di pelle (chiedi un consiglio al dermatologo per scegliere la crema pù adatta a te)
  • Evita di lavare le mani con acqua bollente o con acqua gelida
  • Evita gli allergeni che potrebbero scatenare la dermatite da contatto e limita il contatto con l’acqua e i detergenti

Seguendo questi e gli altri consigli più specifici che ti fornirà il tuo dermatologo, potrai gestire la condizione e alleviarne i sintomi in maniera efficace.

Scopri di più anche  sulla dermatite seborroica e sulla dermatite erpetiforme.

Dermatite mani: cosa devi sapere

La dermatite alle mani è considerata una delle più frequenti forme di dermatiti. le cause possono essere molteplici, dal contatto con sostanze allergizzanti allo stress, fino al ripetuto contatto con sostanze umide o acqua.

La dermatite sulle mani può causare sintomi come forte prurito, desquamazione, formazione di croste sulla pelle e altri disturbi. consulta il tuo dermatologo di fiducia per individuare la causa dei sintomi e il trattamento più adatto a te.

Cosa sapere, invece, sulla dermatite polimorfa solare? Ecco tutte le informazioni utili nel nostro approfondimento.

Seguici anche sui canali social