Benessereblog Bellezza Cura corpo Cuticole: cosa sono e come prendersene cura

Cuticole: cosa sono e come prendersene cura

Le cuticole sono una parte del corpo incredibilmente importante. Anche note con il nome scientifico di "eponichio", le cosiddette pellicine servono a proteggere la radice delle unghie dal rischio di infezioni batteriche, dai microorganismi, dai funghi e anche dalla sporcizia. Ecco perché medici e dermatologi sconsigliano di staccare o tagliare le cuticole.

Cuticole: cosa sono e come prendersene cura

Fonte immagine: Pexels

Le cuticole sono una di quelle parti del corpo alle quali probabilmente prestiamo meno attenzione in assoluto, almeno fino a quando queste piccolissime pellicine non iniziano a causare dolore o non cominciano ad apparire più spesse e dure rispetto al solito. Generalmente chiamate “pellicine delle unghie” o più correttamente “eponichio“, le cuticole rappresentano dei normalissimi ispessimenti della pelle che si formano sulla radice ungueale di mani e piedi.

Sebbene rivestano un ruolo molto importante e svolgano un compito ben preciso, che vedremo fra pochissimo, queste piccole porzioni di pelle vengono spesso “maltrattate”, tagliate, mordicchiate e staccate, senza tenere in considerazione le possibili conseguenze che tutto ciò potrebbe comportare.

Spesso, nella migliore delle ipotesi, finiamo per staccare le cuticole armandoci di un tagliaunghie o di una forbicina. Ancor più di frequente ci ritroviamo a strapparle usando i denti, magari mentre siamo sovrappensiero.

Prima di cominciare a mordicchiare le pellicine, aspetta un attimo: sai davvero a cosa servano le cuticole? E staccarle è davvero un gesto così innocuo come potrebbe sembrare?

Vediamo tutto quello che dovresti sapere prima di afferrare la tronchesina per eliminare le pellicine delle unghie.

Cosa sono e a cosa servono le cuticole?

Fonte: Pexels

Come ogni altra parte del nostro corpo, anche le cuticole svolgono un ruolo ben preciso. Queste piccole porzioni di pelle, che si sviluppano sulla radice dell’unghia, fungono infatti da sigillo per proteggere la matrice dell’unghia dal rischio di infezioni batteriche, dalla sporcizia e dai traumi.

Si tratta, in poche parole, di una sorta di scudo protettivo per l’unghia, una barriera contro batteri, microorganismi, funghi, impurità e infezioni.

Va da sé, quindi, che le cuticole dovrebbero essere trattate con la giusta attenzione e gentilezza. Il che non contempla in alcun modo il rosicchiamento con i denti.

Cuticole spesse e doloranti: che fare?

Quando la cuticola si ispessisce o si solleva, diventa sicuramente poco piacevole alla vista. Come se non bastasse, a volte possiamo trovarci alle prese con delle cuticole che fanno male e che rendono dolorosi e difficili anche i movimenti più banali.

Ed ecco perché, a un certo punto, ci ritroviamo a voler afferrare la forbicina per eliminare le cuticole e, con esse, sbarazzarci del dolore e del fastidio.

Sebbene la tentazione sia molta, oltre che decisamente comprensibile, sarà bene evitare di procedere per questa strada. Abbiamo visto, infatti, che le cuticole di mani e piedi proteggono pelle e unghie dal rischio di infezioni e malattie. Rimuoverle, soprattutto se in maniera impropria, non potrà certamente produrre degli effetti positivi.

Tagliare le cuticole fa male?

Tagliare le cuticole, o non tagliarle? Questo è il dilemma. In commercio possiamo facilmente trovare forbicine per cuticole, tronchesi e tronchesine, apposite punte fresa per cuticole e quant’altro. Inoltre, alcune estetiste tendono ad eliminare le pellicine mediante questi strumenti.

Ciononostante, molti medici e dermatologi consigliano di non tagliare questi strati di epidermide. Infatti, mentre l’utilizzo di oli per cuticole e l’immersione in acqua tiepida sono due tecniche caldamente consigliate, lo stesso non possiamo dire per la scelta di strappare o staccare le cuticole in modo aggressivo e più o meno drastico.

Ad esempio, la MayoClinic e l’American Academy of Dermatology sconsigliano di eliminarle o di tagliarle, sia a casa che nei saloni di bellezza, in quanto questa pratica potrebbe esporre le unghie al possibile ingresso di germi e batteri .

Se, nonostante tutto questo, intendi comunque tagliare le cuticole, ti consigliamo di affidarti a una persona qualificata ed esperta, per evitare di causare traumi alle unghie o di dover fare i conti con problemi come cuticole infiammate o infezioni, come ad esempio la paronichia, un’infezione della pelle che può causare arrossamento intorno all’unghia, sensibilità, formazione di vesciche piene di pus e persino il distacco dell’unghia.

Cuticole unghie: come curarle?

Fonte: Pexels

Ma a questo punto, il problema rimane: come fare a togliere le cuticole senza provocare danni? Prima di tagliare ed eliminare le cuticole, bisognerà imparare a prendersi cura di questa parte delle mani, in modo da prevenire infezioni, tagli e altre spiacevoli conseguenze.

Per farlo, potrai seguire questi 8 semplici passaggi:

  1. Immergere le mani o i piedi in una bacinella con acqua tiepida e sapone per una decina di minuti, in modo da ammorbidire la pelle
  2. Asciugare per bene le mani con un asciugamani morbido
  3. Applicare un olio per cuticole secche o una normale crema per le mani
  4. Massaggiare le dita e le parti interessate con delicatezza per qualche minuto
  5. Se necessario, applicare un liquido rimuovi cuticole e lasciar agire per alcuni minuti
  6. Spingere indietro le pellicine utilizzando un apposito spingi cuticole
  7. Usare una lima per unghie per smussare i bordi delle unghie
  8. Se necessario, applica uno smalto rinforzante per le unghie fragili e che si sfaldano.

Per spingere indietro le cuticole, in commercio puoi trovare sia il classico bastoncino di legno di arancio che quello in acciaio. In entrambi i casi, assicurati che lo strumento sia perfettamente sterile e pulito. Quando spingi indietro le pellicine di piedi e mani, assicurati di farlo con delicatezza, senza causare lesioni o traumi sulla pelle.

Al termine di questa operazione, potrai applicare nuovamente la crema idratante sulle mani, per regalare una coccola extra alla tua pelle e prenderti cura delle cuticole rovinate.

Come prendersi cura delle mani tutti i giorni?

Fonte: Pexels

Abbiamo visto come fare una manicure per le cuticole senza rischiare di danneggiare la pelle e la salute delle mani. Come sempre, però, prevenire è meglio che curare, e questo vale anche per le pellicine spesse che talvolta circondano le unghie.

Prendersi cura ogni giorno delle proprie mani, applicando un olio di mandorle dolci, un olio di cocco o della semplice crema idratante, può fare la differenza.

Per avere unghie forti e una pelle in salute, impara a proteggere le mani quando è necessario. Ad esempio, quando lavi i piatti, prendi la buona abitudine di indossare dei guanti protettivi, ed evita di grattare continuamente i bordi delle unghie o di staccare le pellicine con le mani o con i denti durante i momenti di stress e nervosismo.

Un ultimo consiglio (ma non per importanza) è quello di evitare di mangiare le unghie.

Questo gesto apparentemente innocuo, infatti, può rendere le unghie più fragili e deboli, aumentando il rischio di incorrere in fastidiose infezioni. Quindi, se ti capita spesso di mordicchiare le unghie e di strappare le pellicine usando i denti, è giunto il momento di dire addio a questa cattiva abitudine.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Smagliature bianche: cosa fare
Cura corpo

Le smagliature bianche sono cicatrici che si formano quando la pelle si allunga in modo rapido o eccessivo. Possono verificarsi a seguito di un aumento di peso o durante la gravidanza, ma anche solo durante l’adolescenza. Non esiste un modo efficace per rimuovere completamente le smagliature bianche, ma alcune opzioni di trattamento possono aiutare a migliorarne l’aspetto. Questi includono creme e lozioni, trattamenti laser, microdermoabrasione e dermoabrasione chimica.