Benessereblog Benessere Come usare la vitamina C contro raffreddore e influenza

Come usare la vitamina C contro raffreddore e influenza

La vitamina C è una sostanza

Come usare la vitamina C contro raffreddore e influenza

La vitamina C è una sostanza che l’organismo utilizza per mantenere le ossa forti, migliorare il funzionamento della circolazione e assorbire il ferro.

Di solito viene assunta, anche sotto forma di integratore, per combattere raffreddore e influenza. In realtà la vitamina C non previene raffreddore e influenza come molti credono, ma la sua assunzione aiuta a ridurne i sintomi e ad accelerarne il decorso.

Questo avviene se si assumono almeno 200 mg di vitamina C al giorno in compresse o pillole oppure attraverso alimenti come gli agrumi e altra frutta e verdura, ad esempio fragole, verdure a foglia verde e pomodori. Il nostro organismo infatti non ne produce.

Il fabbisogno giornaliero di vitamina C per un uomo si aggira sui 90 mg al giorno, per le donne è invece di 75 mg al giorno.

Per ottenere benefici dunque e ridurre il decorso dei malanni stagionali la vitamina C andrebbe assunta ogni giorno, possibilmente attraverso le canoniche cinque porzioni di frutta e verdura quotidiane.

 

 

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Perché si dice rosso di rabbia?
Psicologia

La rabbia può essere un’emozione positiva e utile, se espressa in modo appropriato. Ma quando ci lasciamo prendere la mano, può accadere che tale sentimento prenda il sopravvento, con tutte le prevedibili conseguenze che comporta. Tra le sue manifestazioni c’è anche il rossore del viso: in questo articolo ci preoccupiamo di spiegare scientificamente perché questo accade ed il significato che si cela dietro la frase “rosso di rabbia”.