Benessereblog Alimentazione Nutrizione Come usare i semi di lino per l’intestino?

Come usare i semi di lino per l’intestino?

I semi di lino possono essere utilizzati per favorire la salute dell'intestino in diversi modi. Potete aggiungerli macinati a yogurt, frullati o ricette per aumentare l'apporto di fibre e favorire la regolarità intestinale. Inoltre, tenendoli in acqua durante la notte, producono una sostanza gelatinosa che può essere consumata al mattino per ammorbidire le feci e facilitare il transito intestinale. Rappresentano un toccasana per il benessere e un valido alleato nella lotta alla stitichezza.

Come usare i semi di lino per l’intestino?

Fonte immagine: Pexels

Alla luce delle loro numerose proprietà e benefici, molti si chiedono come usare i semi di lino per l’intestino. Tali semi, infatti, ricchi di nutrienti e caratterizzati dalla presenza di sostanze benefiche per la salute, compreso il benessere dell’intestino, si possono integrare nella propria alimentazione con estrema facilità per godere della loro azione. In questo articolo ci preoccupiamo di analizzare le modalità che ci consentono di approfittare delle loro virtù. In particolare, come usare i semi di lino per pulire l’intestino e per sgonfiare la pancia, dato che sono utili anche contro la stitichezza.

Proprietà dei semi di lino

I semi di lino, considerati veri e propri alleati per la salute cardiovascolare, spiccano per numerose proprietà. Ricchi di potassio, aiutano a mantenere la pressione e la frequenza cardiaca sotto controllo, mentre gli acidi grassi presenti contribuiscono a gestire i livelli di colesterolo nel sangue. Sono ricchi di lignani – composti di origine naturale appartenenti alla classe dei polifenoli – che svolgono un’azione antiossidante e preventiva contro il cancro. Inoltre, promuovono un buon metabolismo grazie alle vitamine del gruppo B. Interessanti anche durante la gravidanza, quando favoriscono il corretto sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione per i folati in essi contenuti. Esercitano una buona influenza sulla salute di ossa e denti per via del calcio, del fosforo e del magnesio.

Nel nostro particolare caso, la regolare assunzione di semi di lino può portare a miglioramenti nelle funzioni digestive, risultando particolarmente benefica per coloro che soffrono di stitichezza. I semi di lino hanno un’azione emolliente sull’intestino, contribuendo a favorire la regolarità intestinale. Grazie alle loro proprietà emollienti e al contenuto di fibre, possono ammorbidire le feci ed agevolare il passaggio attraverso l’intestino. Alla luce di quanto abbiamo appena visto, vediamo quindi come usarli.

Come usare i semi di lino per l'intestino
Fonte: Pexels

Come usare i semi di lino per l’intestino

Un rimedio naturale per pulire l’intestino e combattere la stitichezza, consiste nel bere una soluzione nella sono stati tenuti a bagno per diverse ore. Versate un cucchiaio di semi di lino in un bicchiere d’acqua prima di andare a letto. Lasciateli in ammollo durante la notte. Al mattino, separate la mucillagine, ovvero la sostanza gelatinosa che si sarà formata, filtrando il composto con un colino a maglie fitte o con una garza, se preferite. Quindi, bevete il liquido rimasto a stomaco vuoto. Oppure unitelo al tè o ad una tisana per renderlo più gradevole al palato.

L’efficacia di questa soluzione dipende dal fatto che favorisce la peristalsi intestinale, ovvero il processo di contrazioni della muscolatura del tratto gastrointestinale che spinge il cibo dalla cavità orale nell’esofago, e da qui lungo l’intestino. Di conseguenza, può aiutare nell’eliminazione delle scorie intestinali ed è utile non solo per la stitichezza, ma anche per il colon irritabile e la stipsi. Naturalmente, in caso di problemi intestinali persistenti o condizioni specifiche, è sempre consigliabile consultare un professionista medico o un dietista prima di utilizzare rimedi fai-da-te (anche naturali).

Come prendere i semi di lino al mattino

Oltre che sorseggiando la soluzione che abbiamo appena visto, esistono altre modalità per integrarne l’assunzione. Come prendere i semi di lino al mattino? Macinateli in un macinacaffè o un frullatore fino a ottenere una consistenza simile a quella di una farina. Successivamente, aggiungetene uno o due cucchiai a yogurt, cereali, frullati, porridge o bevande come succhi di frutta o smoothie. Inoltre, potreste aggiungerli a bevande calde come tè o latte semplicemente mescolandoli. Macinare i semi di lino consente un migliore assorbimento dei nutrienti: il loro guscio esterno duro, infatti, rende difficile per il nostro corpo digerirli completamente.

FONTI:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Alimenti ricchi di calcio, l’elenco
Nutrizione

Alimenti ricchi di calcio: quali sono quelli vegetali? Scopri quali alimenti portare in tavola per fare il pieno di calcio ogni giorno