Benessereblog Salute Malattie Come proteggersi quando qualcuno in casa ha il Covid

Come proteggersi quando qualcuno in casa ha il Covid

Come proteggersi quando qualcuno in casa ha il Covid

Proteggersi quando qualcuno in famiglia ha il Covid è di fondamentale importanza. Ma come farlo se si costretti a conviverci? Già, perché non tutti hanno la possibilità di passare la quarantena in solitudine. Ed allora, la priorità per chi lo circonda è quella di non venire contagiati pur riuscendo a prendersene cura. Non è semplice, è vero, ma con qualche piccolo accorgimento si può tentare e riuscire a farlo.

Proteggersi quando qualcuno in casa ha il Covid, i consigli degli esperti

Gli esperti suggeriscono cosa fare per aiutare e prendersi cura della persona con Covid mantenendosi al sicuro.

Come proteggersi quando qualcuno in casa ha il Covid
  • Fare il test. Il primo passo è quello di fare il test il prima possibile per constatare il proprio stato di salute, ovvero se si è già stati contagiati o meno. Nonostante negativo è consigliabile ripeterlo dopo 5-7 giorni, periodo nel quale il test risulta più sensibile.
  • Limitare il contatto. La persona con Covid-19 dovrebbe isolarsi dal resto dei familiari con i quali convive. L’ideale è che usi una camera da letto ed un bagno a parte, e che non entri in contatto con gli altri. Ciononostante è possibile prendersene cura, ma mantenendo la giusta distanza.
  • Far cambiare spesso l’aria. Bisogna poi mantenere ventilati gli ambienti il più possibile, quindi tenere le finestre aperte. Al chiuso, infatti, il virus può rimanere nell’aria in goccioline molto piccole e potenzialmente infettare gli altri.
  • Indossare la mascherina. Anche se si tratta di una raccomandazione superflua, è la nostra prima e più efficace alleata per evitare il contagio. Le mascherine aiutano a contenere le infezioni respiratorie dal naso e dalla bocca della persona infetta. Ma proteggono anche gli altri dall’infezione. Oltre questo, indossate degli occhiali per proteggervi dalle infezioni tramite le mucose degli occhi.
  • Lavarsi le mani e disinfettare le superfici: ma questa non è una novità. Anche se è sempre bene ricordarsi di farlo più volte e sempre dopo essere stati vicini alla persona malata. Evitare anche di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani non lavate.
  • Mangiare sano: seguire una dieta salutare rende il corpo metabolicamente molto più sano e lo protegge meglio.
  • Seguire costantemente le informazioni ricevute da medici e persone competenti, ovvero da fonti attendibili.

Via | healthline.com

Photo | Pixabay

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social