Benessereblog Benessere Psicologia Come combattere il dolore cronico con la meditazione

Come combattere il dolore cronico con la meditazione

Come combattere il dolore cronico con la meditazione

Il dolore cronico è una condizione molto comune e anche piuttosto grave. Oltre alla sensazione di dolore costante, spesso si manifestano infatti sintomi come disturbi del sonno, perdita di appetito e di peso, riduzione della libido e svariate altre problematiche.

A lungo andare questa condizione può portare i pazienti a perdere la speranza. Ciò avviene perché chi soffre di dolore cronico si rende conto che i sintomi non spariranno mai del tutto. Per questa ragione il dolore cronico spesso va di pari passo con la depressione.

Per affrontare in modo più efficace la situazione, la meditazione e lo yoga potrebbero tuttavia essere considerati due validissimi alleati. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of the American Osteopathic Association, i cui autori spiegano che lo yoga e la meditazione mindfulness possono migliorare la struttura e le funzioni del corpo che supportano il processo di guarigione.

Nel caso del dolore cronico, la “guarigione” implica imparare a convivere con un livello di dolore gestibile. Per questo, lo yoga e la meditazione possono essere molto utili,

hanno spiegato gli autori dello studio, i quali hanno arruolato un campione di partecipanti con dolore cronico. I volontari hanno seguito delle lezioni di yoga e un corso di riduzione dello stress basato sulla mindfulness. Ebbene, in entrambi i casi è emerso che tali tecniche possono ridurre i livelli di dolore cronico e depressione nei pazienti, portando a un miglioramento nelle percezioni del dolore, nell’umore e nella capacità funzionale.

Gli autori hanno inoltre scoperto che nell’89% degli intervistati il programma li ha aiutati ad affrontare meglio il dolore. Vale la pena provare, non trovate?

via | ScienceDaily
Foto di Pexels da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social