Benessereblog Alimentazione Dieta sana Colesterolo alto in gravidanza: le cause e la dieta da seguire

Colesterolo alto in gravidanza: le cause e la dieta da seguire

Cosa vuol dire quando i livello di colesterolo sono alti nelle donne in gravidanza? Quali sono i sintomi e le cause e quali le soluzioni da apportare anche nella nostra dieta quotidiana? Ecco tutti i consigli degli esperti.

Colesterolo alto in gravidanza: le cause e la dieta da seguire

Perché le donne possono soffrire di colesterolo alto in gravidanza? I livelli di colesterolo nel sangue possono aumentare nel secondo trimestre, quando moltissimi valori degli esami del sangue e delle urine possono risultare lievemente più alti della norma. Cosa che accade anche nel terzo trimestre, quando le donne si stanno avvicinando al parto: nella maggior parte dei casi non c’è nulla di cui temere, ma se i livelli di colesterolo sono troppo alti bisogna cercare di apportare modifiche alla propria alimentazione.

Tra le cause del colesterolo alto in gravidanza, infatti, ci può essere un’alimentazione sbagliata, troppo ricca di grassi che alla lunga possono causare disturbi e problemi al nostro organismo.

Per abbassare il colesterolo bisogna assumere alimenti che possano darci una mano: la nostra dieta per il colesterolo alto deve contenere tantissima frutta e verdura, cereali, ideali per la prima colazione e per gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, evitando di mangiare troppa carne lavorata e grassa, troppi salumi. Fanno bene anche i latticini e lo yogurt.

Fate anche attenzione allo stress che può alzare i livelli di colesterolo nel sangue: vivete con tranquillità questo particolare momento della vostra vita e chiedete consiglio al vostro ginecologo per fare magari un po’ di attività fisica che possa fare al caso vostro, come yoga, ginnastica dolce, ma anche semplici passeggiate al parco.

Via | Bebeblog

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Influenza in gravidanza: sintomi e come curarsi
Gravidanza

L’influenza non è mai piacevole, e lo è ancor meno quando ci si ammala in gravidanza. Il rischio di ammalarsi è maggiore in questa fase della vita, così come è più alto il rischio di complicazioni e conseguenze gravi per la mamma e per il bambino. Prevenire l’influenza in gravidanza è possibile, grazie al vaccino e a 5 regole utili per proteggere la propria salute