Benessereblog Salute Colesterolo totale alto, come tenerlo sotto controllo in modo sano

Colesterolo totale alto, come tenerlo sotto controllo in modo sano

Ci sono moltissimi modi naturali per poter tenere a bada il Colesterolo totale alto, vediamo quali sono!

Colesterolo totale alto, come tenerlo sotto controllo in modo sano

Il colesterolo totale alto può essere causato principalmente da un’alimentazione poco sana e poco equilibrata e da uno stile di vita troppo sedentario. Tenerlo sotto controllo costantemente, introducendo nella nostra dieta alimenti salutari e praticando più attività fisica, è molto importante.

Il colesterolo, infatti, può compromettere una situazione cardiaca già debole: la prima causa di infarto e ictus sono proprio le arterie intasate e i coaguli di sangue. Il colesterolo causa questi disturbi, quindi meglio fare attenzione al proprio stile di vita e a cosa mangiamo.

Per tenere sotto controllo il colesterolo dobbiamo seguire una dieta sana. Con gli alimenti giusti, infatti, si può aumentare il colesterolo buono (HDL) e al tempo stesso abbassare quello cattivo (LDL).

La dieta quotidiana deve contenere al suo interno tantissima frutta e verdura: la frutta può diventare anche un ottimo spuntino a metà mattino o a metà pomeriggio. Dovrete mangiare solamente cereali integrali (evitando la pasta non integrale) e introdurre moltissimi legumi. Evitate (ma non abolite del tutto, basterà mangiarne di meno!) i prodotti di origine animale ricchi di grassi animali o i prodotti con grassi vegetali idrogenati. Anche l’olio d’oliva come condimento a crudo può essere molto utile, come dimostrato da moltissimi studi scientifici: preferite l’olio extravergine d’oliva ed evitare di usare troppi condimenti per le vostre verdure.

Anche il nostro stile di vita deve essere salutare: evitate alcoli e fumo e praticate un po’ di sana attività fisica, con costanza. E’ molto utile l’attività aerobica più volte la settimana: potete camminare per mezz’ora, andare in bici, correre, praticare uno sport. Insomma, l’importante è muoversi un po’ di più, soprattutto se pratichiamo un lavoro troppo sedentario.

Via | Inerboristeria

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.