Benessereblog Salute Alzheimer, scoperta combinazione di proteine legata alla malattia

Alzheimer, scoperta combinazione di proteine legata alla malattia

Alzheimer, scoperta combinazione di proteine legata alla malattia

È stato scoperto un legame tra alcune proteine che si trovano nel cervello e il rischio di sviluppare il morbo d’Alzheimer. È questo il grande risultato ottenuto dai ricercato dell’Università della California, che hanno isolato le proteine “tau” e “amiloide” nel cervello dei pazienti che, da sole, non aumentano il rischio di sviluppare l’Alzheimer, ma insieme possono portare allo sviluppo della malattia.

Perché questo risultato è importante? Se queste proteine e il meccanismo che le fa “legare” venissero individuati tramite le scansioni cerebrali prima che i sintomi della malattia si sviluppino, i medici e i pazienti potrebbero avere a disposizione del tempo prezioso per prepararsi a gestire l’Alzheimer in modo più efficace. William Jagust, autore dello studio, ha commentato:

“Ora possiamo dire in modo molto affidabile con un elevato grado di accuratezza che ci sono cambiamenti nel cervello di una persona che sono altamente predittivi per il morbo d’Alzheimer”

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social