Animali e salute, tutti i benefici della convivenza con il gatto

Possedere un gatto non offre solo compagnia, ma anche numerosi benefici alla salute: le ricerche scientifiche a supporto e l'opinione personale di una gattara incallita.

Molti dei nostri lettori conosceranno anche solo per sentito dire la pet therapy, mentre altri la praticheranno inconsapevolmente, prendendosi semplicemente cura di un animale in casa propria: numerosi studi hanno investigato e confermato i numerosi benefici della convivenza tra uomini e animali, con particolari effetti positivi sulla salute degli umani.

Già in passato era stato dimostrato che il benessere di  cuore e arterie viene anche dalla pet therapy (più o meno inconsapevole, ecco): decidere di impegnarsi con un animale domestico e optare, ad esempio, per un bel felino può essere anche un valido aiuto alla nostra salute personale, perché i benefici della convivenza con un gatto sono molteplici.

Questa immagine tratta dal sito Step Into My Green World riassume efficacemente il benessere che possono indurre nell'umano le fusa del gatto, quel meraviglioso meccanismo che i felini utilizzano per comunicare le più varie sensazioni, dal benessere al dolore, e sulle quale gli studiosi veterinari stanno ancora indagando: le traduciamo in lista poco sotto.


Il potere curativo delle fusa del gatto

I gatti creano vibrazioni con le fusa che variano tra i 20 e i 140 Hertz e a livello medico sono terapeutiche per molte malattie:

Rilassante dallo stress: accarezzare e coccolare un gatto che fa le fusa calma e abbassa il livello di stress
Dispnea: le fusa abbassano il rischio di dispnea
Salute del cuore: chi possiede un gatto ha il 40% in meno possibilità di rischiare attacchi cardiaci
Salute delle ossa: le frequenze tra 25 e 50 Hz e tra 100 e 200 Hz sono le migliori per aumentare la forza delle ossa nella saldatura dopo le fratture
Cura delle ferite: le fusa aiutano a curare tendini e muscoli
Pressione sanguigna: si abbassa interagendo col gatto e ascoltandone le fusa
Guarigione dei muscoli: le fusa del gatto possono guarire le infezioni e i gonfiori


I benefici delle fusa del gatto sulla salute umana


Roba da gattari incalliti? Potrebbe sembrare, ma invece no: ognuna di queste possibili patologie è stata studiata in varie ricerche sul lungo termine ed è stato ampiamente dimostrato che le frequenze delle fusa feline richiamano gli Hertz di quelle di alcune cure, ad esempio quelle per le terapie di rinsaldamento delle ossa dopo una frattura.

Le fusa feline possono aiutare a combattere malattie come la depressione, perché prendersi cura di un animale distoglie l'attenzione da se stessi e dai propri problemi: il gatto è particolarmente indicato perché richiede attenzione e cure ma non dipende esclusivamente dal padrone, sapendo riconoscere i momenti in cui stargli accanto o no. Particolarmente indicati anche nelle cure delle depressioni stagionali (corredati all'alimentazione migliore), i gatti contribuiscono a tenere alto il livello di serotonina.

Per quanto riguarda le malattie cardiache, un vecchio studio dell'Università del Minnesota ha riportato che i proprietari di gatti correvano meno il rischio di essere esposti a patologie a carico del cuore e del sistema cardiocircolatorio: in poche parole, i felini riducevano il rischio di infarto nei padroni.

Chi scrive possiede un gatto domestico da tre anni, preso in gattile da cucciolo non appena terminato lo svezzamento: un piccolo sfortunato con un occhio leggermente velato, rifiutato da chi si recava a scegliere il felino d'elezione nella colonia.

La nostra convivenza è fatta di lunghe notti abbracciati, viaggi musicali, eloquenti comunicazioni a suon di fusa e miagolii che imitano la voce umana, buongiorni a botta e risposta, lotte feroci con agguati e morsi scherzosi a vicenda: sono di parte, lo ammetto, ma da orgogliosa "suddita" di un gatto non posso che consigliarne la presenza in un appartamento, sia per motivi scientificamente salutari, sia per l'incredibile compagnia che riesce a dare anche quando dorme acciambellato sul divano. Potete ammirare Sua Maestà Holden Bowie, il mio felino, ad inizio articolo.

Via | Sun Gazing

Foto | Giacomo Zamai

  • shares
  • Mail