A cosa serve la vitamina K e quali alimenti ne sono ricchi

La vitamina K è una vitamina indispensabile per la salute del nostro corpo: scopriamo insieme gli alimenti che ne sono ricchi e perché è utile per il benessere del nostro organismo.

vitamina K

La vitamina K è una vitamina indispensabile per il nostro organismo: aiutare la normale coagulazione, permette al fegato di produrre i fattori indispensabili al sangue per coagularsi al meglio, mentre un deficit della stessa, molto raro ma non impossibile, comporta problemi di coagulazioni e un eccessivo sanguinamento. Non a caso viene data normalmente ai neonati per prevenire problemi di sanguinamento legati ai traumi da parto o in caso di intervento chirurgico.

Le persone che sono a rischio della carenza di vitamina K sono le persone con malnutrizione cronica, persone che soffrono di celiachia, colite ulcerosa, fibrosi cistica, mentre ci sono dei farmaci che possono ridurre i livelli della stessa (ad esempio alcuni antibiotici, dei salicilati, dei farmaci anti convulsivanti e sulfamidici).

Sono diversi gli alimenti ricchi di vitamina K: tutti gli ortaggi a foglia verde come gli spinaci, i broccoli, gli asparagi, il crescione, i cavoli, il cavolfiore, i piselli, ma anche i fagioli, le olive, la colza, la soia, la carne, i cereali e i prodotti caseari. La cottura non rimuove troppa quantità di vitamina dagli alimenti. In caso di carenza possono essere consigliati, oltre a questi cibi, anche degli integratori, da somministrare secondo il dosaggio previsto dal vostro medico curante che andrà seguito in maniera assolutamente scrupolosa, informandolo in merito ad ogni problema o dubbio che potrebbe insorgere.

Via | Farmacoecura

  • shares
  • Mail