I geni della gentilezza, gentili si nasce con le giuste varianti

gentilezza

La gentilezza è scritta, almeno in parte, nei geni. Lo rivela un recente studio condotto da un'équipe di psicologi della University of Buffalo e della University of California Irvine. Nel report The Neurogenics of Niceness pubblicato sulla rivista Psychological Science, gli autori spiegano che il nostro comportamento con gli altri è influenzato dai geni che regolano la vasopressina e l'ossitocina.

L'ossitocina, la conosciamo già, è legata al rapporto madre-figlio, alle interazioni sociali, all'estroversione. Esistono diverse forme dei recettori degli ormoni ossitocina e vasopressina. I ricercatori hanno esaminato i campioni di saliva di 711 persone per analizzare il DNA e verificare quali recettori possedevano dei due ormoni. Hanno così individuato delle varianti che predispongono alla gentilezza, all'affabilità ed alla generosità.

Le persone per natura diffidenti, piene di paure, erano più propense a fidarsi degli altri e ad essere cortesi se possedevano quella specifica variante. Questo significa che sono stati scoperti i geni della gentilezza? Michel Poulin, docente di psicologia, prima firma dello studio, spiega:

Non abbiamo identificato i geni della gentilezza, ma varianti genetiche che contribuiscono a renderci più gentili.

Un ulteriore tassello nell'intricato puzzle del rapporto tra comportamento umano e genetica.

Via | Newswise
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO