I 10 consigli di Benessereblog per ridurre gli zuccheri aggiunti

Fanno male alla salute e dovrebbero essere limitati il più possibile. Ma come fare?

zuccheri aggiunti

Limitare il consumo di zuccheri aggiunti è fondamentale sia per mantenere il giusto peso, sia per ridurre il rischio di sviluppare malattie come il diabete. Gli alimentai, infatti, contengono già di per sé zuccheri e tutti quelli che vengono utilizzati per dolcificare alimenti e bevande rischiano di far aumentare oltre i limiti raccomandati la quantità assunta quotidianamente.

Secondo l'American Heart Association le donne non dovrebbero superare i 24 grammi di zuccheri aggiunti al giorno (circa 6 cucchiai da tè), pari a 100 calorie. Agli uomini non va molto meglio: dovrebbero mantenersi sotto alle 150 calorie, corrispondenti a 36 grammi (circa 9 cucchiai da tè).

Gli zuccheri aggiunti non sono, però, solo quelli che vengono messi nel caffè o nel tè, ma anche quelli utilizzati dall'industria alimentare all'interno di alcuni prodotti, come alcuni yogurt o le bevande analcoliche. Ecco qualche consiglio per riuscire a ridurli al minimo.


  1. Leggete sempre bene l'etichetta dei prodotti preconfezionati. In questo modo potrete scegliere il prodotto in base al contenuto di zuccheri.
  2. Evitate le bevande analcoliche tipo cola.
  3. Evitate i succhi di frutta.
  4. Potete preparare bevande alternative all'acqua utilizzando gli ingredienti che più vi piacciono. Aggiungete a dell'acqua naturale o frizzante una fetta di limone, oppure di lime, o di arancia, oppure della menta fresca o dei lamponi.
  5. Se non riuscite ad abbandonare subito la vostra bevanda preferita, provate a ridurne gradualmente il consumo bevendo, nella fase di transizione a bevande più salutari, la loro forma senza zuccheri. Attenzione, però: anche questa può essere dannosa per la salute e, quindi, dovrebbe essere abbandonata.
  6. Preparatevi delle spremute fresche al posto dei succhi di frutta.
  7. Se potete, non zuccherate tè e caffè.
  8. Evitate anche di arricchire il caffè con altre aggiunte, ad esempio la crema di caffè.
  9. L'uso di dolcificanti è ammesso, ma con cautela: essendo più dolci rispetto allo zucchero potrebbero desensibilizzare il palato, portando a mangiare grandi quantità di altri cibi che dovrebbero essere consumati con moderazione.
  10. Se i dolcificanti non vi stanno aiutando a dimagrire o se non avete bisogno di dimagrire è meglio abbandonarli.

Via | Harvard Medical School
Foto | da Flickr di Uwe Hermann

  • shares
  • Mail