Cervello dei depressi non stacca mai la spina, contro la depressione serve modalità stand-by

cervello depressi

Staccare la spina di tanto in tanto aiuta a gestire lo stress ed a ricaricarsi di energia positiva. I benefici delle pause rigeneranti tra un'attività e l'altra vanno ben oltre. Un recente studio, condotto dai ricercatori della University of California (UCLA), ha scoperto infatti che il cervello dei depressi non stacca mai la spina, vive in un perenne stato di iperattività e tensione, sempre all'erta. Il che porterebbe a credere che la modalità stand-by possa in qualche modo agire come antidepressivo naturale.

Quando non siamo impegnati in nessuna attività, proprio come avviene per un computer, dovremmo consumare meno risorse, entrare in una modalità di attesa. La sensazione che dovremmo provare, in condizioni normali, è di profonda calma interiore. Chi soffre di depressione però non riesce a riposarsi e ad attivare la modalità stand-by.

Nello studio, pubblicato su PLoS ONE, la causa di questa difficoltà a disconnettersi viene attribuita ad un difetto nel recettore coinvolto nella distribuzione della serotonina, ormone del buonumore. Le reti neurali del cervello non riescono ad interagire per facilitare il rilassamento interiore. Chi è depresso, insomma, non verrà mai sorpreso a sognare con gli occhi aperti, lasciando vagare la mente liberamente, senza angosce.

Sia chi soffre di ansia che chi è affetto da depressione non riesce a mettere in pausa le attività nervose. I ricercatori sperano di elaborare una terapia capace di spegnere temporaneamente l'interruttore delle connessioni cerebrali. Nella foto in homepage, a sinistra il cervello dei depressi, con le aree in rosso ad evidenziare le connessioni neuronali più forti rispetto a quelle dei soggetti non depressi, immagine a destra.

Via | Newsroom UCLA
Foto | Image courtesy of University of California - Los Angeles

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 49 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO