Una passeggiata di salute e risparmio, sani e in forma con cinquemila passi al giorno

camminare passi salute

Cinquemila passi al giorno, l'equivalente di circa 3 km, per prevenire i fattori di rischio dei big killers e mantenersi in forma. A stimare la lunghezza del percorso della salute e tutti i benefici della camminata è l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità che ci ricorda quanto sia rischioso uno stile di vita sedentario. L'OMS ha presentato oggi al Senato l'opuscolo a vignette "Una passeggiata di salute", nell'ambito del Convegno nazionale "Il ritratto della salute e la medicina dei sani: modelli di sviluppo e strategie di comunicazione", promosso dalla Simg e dall'Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione.

Se molti fattori di rischio di malattie cardiovascolari come il fumo, l'alcol, i cibi spazzatura sono spesso al centro di campagne di sensibilizzazione, della pigrizia non si parla mai abbastanza. Eppure l'attività fisica è fondamentale tanto quanto una dieta sana per abbassare la percentuale di rischio di diverse malattie fatali. Ogni anno la sedentarietà miete 600 mila vittime in Europa.

E poi c'è il fattore costi che con i venti di crisi che soffiano non è affatto trascurabile. Evitare di prendere l'auto, camminando o usando la bici su brevi e medie distanze, significa risparmiare in media 700 euro all'anno. Senza contare il risparmio per le casse dello Stato. Le malattie causate da una vita sedentaria costano 300 euro a pigro alla sanità pubblica e dunque a noi onesti cittadini che paghiamo le tasse.

Come ha sottolineato il dottor Claudio Cricelli, presidente della Simg:

Diabete, cardiopatie, ipertensione, cancro, osteoporosi sono le malattie croniche che colpiscono in massa gli italiani, legate proprio a stili di vita sbagliati. Sono circa 3,9 milioni i diabetici, 2 milioni e 250 mila vivono con una diagnosi di tumore. Ancora più alto è l’impatto delle patologie cardiovascolari: la sola ipertensione, un vero “killer silenzioso” provoca circa 240.000 morti l’anno ed è responsabile del 47% delle cardiopatie ischemiche e del 54% degli ictus cerebrali. Camminare o pedalare ogni giorno è una misura efficace per tenere sotto controllo questo e gli altri fattori di rischio e permette di dimezzare il rischio di morte.

Non molto tempo fa, uno studio della Loughborough University aveva evidenziato i rischi della vita da scrivania, invitando gli impiegati ad alzarsi e camminare per evitare di ammalarsi.

Via | Simg
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail