Come riconoscere l'esofagite da reflusso dai sintomi

Che cosa si intende per esofagite da reflusso? Che cosa vuol dire soffrire di questa malattia? Ecco come riconoscere la patologia dai primi sintomi, per poter mettere in atto velocemente le cure necessarie per stare meglio.

esofagite da reflusso sintomi

L'esofagite da reflusso è un disturbo a carico dell'esofago, che si manifesta quando vi è un frequente rigurgito del contenuto dello stomaco all'interno di questo organo che, a differenza dello stomaco, non è protetto dai succhi gastrici, altamente acidi, che potrebbero danneggiarlo. Sono diverse le cause e diversi anche i sintomi dell'esofagite da reflusso.

L'esofagite da reflusso si può manifestare dopo pasti abbondanti, quando cioè la parete dello stomaco è talmente tesa che lo sfintere esofageo non riesce a chiudersi perfettamente. Di conseguenza i succhi gastrici si riversano nell'esofago. Questo disturbo è favorito anche dall'assunzione di particolari cibi e bevande, come alcolici, cibi grassi, cioccolato e anche il vizio della sigaretta non aiuterebbe in questo senso. Durante la gravidanza, poi, è normale soffrire di esofagite da reflusso, a causa della pressione che l'addome, che è diventato più grande, esercita su tutti gli organi.

I sintomi principali sono un dolore toracico e al petto, che può interessare anche la parte posteriore e le spalle e che potrebbe far pensare ad un infarto, bruciore al petto, disfagia (difficoltà a deglutire), odinofagia (deglutizione dolorosa), rigurgito.

Se ne soffrite spesso, meglio rivolgersi ad un medico specialista, mentre per alleviare un po' il fastidio meglio evitare cibi grassi e alcolici, dormire con la testa un po' rialzata, coricarsi a due ore almeno dalla cena e assumere farmaci antiacidi.

Via | Saninforma

Foto | da Flickr di

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: