L'allergia agli acari dei mobili

antiquariatoDi allergie agli acari della polvere ne abbiamo già parlato più e più volte; stavolta parliamo di un'altra forma allergica più o meno dello stesso tipo, che però deriva dagli acari presenti sulla superficie dei tarli, i quali si cibano di legno e quindi si ritrovano soprattutto all'interno di mobili antichi e d'antiquariato. Questo tipo di allergia pare essere addirittura più diffusa rispetto a quella degli acari della polvere.

Si manifesta con decine o centinaia di punturine, più piccole rispetto a quelle di altri insetti, che danno prurito ed arrossamento della zona in questione. Per guarire è necessario fare una cura a base di pomate con cortisone ed antibiotici, per applicazione locale, in grado di far regredire l'infiammazione ed evitare il rischio d'infezioni.

Il modo migliore per prevenire il problema, invece, è di eliminare i tarli e, quindi, gli acari che li colonizzano, provvedendo alla bonifica del legno stesso. Ricordiamo inoltre che le manifestazioni allergiche non sono procurate dagli acari stessi, ma dai loro escrementi.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail