Come curare l'abbassamento di voce

echinaceaQuando si fa un uso smoderato e non corretto della voce, le nostre corde vocali e la nostra faringe possono subire delle infiammazioni e far diventare la voce molto debole e roca e aumentare la difficoltà nel produrre suoni, quando si cerca di parlare. Questo fenomeno viene definito raucedine e spesso il miglior modo per curarla è stare in relax e a riposo.

Per rinforzare il sistema immunitario, si può usare il ribes nero, come rimedio omeopatico: 40-50 gocce al mattino appena svegli. Vanno bene anche le piante ricche in vitamina C, come l’acerola e la rosa canina, da associare all’echinacea: 15-20 gocce in tutto di una o più erbe, per 2-3 volte al giorno e per cicli di 2 settimane.

Per il vero e proprio abbassamento di voce è efficace l’ erisimo, detto anche pianta dei cantanti, perché è spesso utilizzata dagli artisti per mantenere in buona salute le corde vocali. Se ne assumano 20 gocce 2-3 volte al giorno . Se la raucedine è accompagnata da catarro, tosse ed altri sintomi tipici del raffreddore, si deve preferire la piantaggine.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail