Le cause della disfunzione erettile, le cure e i rimedi naturali

Le migliori cure naturali contro l'impotenza partono sempre da una matrice psicologica: ecco quali sono.

La disfunzione erettile non è più un tabù per l'universo maschile: anche una recente campagna pubblicitaria sponsorizzata dall'ex campione automobilistico Jacques Villeneuve ha contribuito a rendere più conosciuto e accessibile il problema delle disfunzioni erettili, che colpiscono in Italia ben tre milioni di persone, di cui il 15% sotto i 40 anni di età.

Le cause della disfunzione erettile sono da ascrivere a moltissimi fattori, sia fisici che psicologici: tra quelli del primo gruppo possono essere annoverati i disturbi che compromettono il corretto afflusso del sangue al pene, quindi tutte quelle patologie legate in qualche modo all'apparato cardiocircolatorio come problemi cardiaci, ipertensione, diabete e sindrome metabolica.

Tra le cause psicologiche influisce sicuramente lo stress, negli ultimi anni sempre più responsabile di svariati disturbi e malattie di ogni tipo che si ripercuotono dalla mente al fisico; inoltre i problemi di disfunzione erettile, originariamente chiamata impotenza, possono anche essere determinati dall'ansia del concepimento, perché impegnarsi con la propria compagna per avere un bambino fa pensare alla sessualità non come un piacere ma come un dovere, bloccando il desiderio che è motore dell'eccitazione e dell'erezione.

Esistono molti farmaci di laboratorio per curare la disfunzione erettile: il più famoso è naturalmente il Viagra, da questo mese disponibile in vendita online ufficiale per combattere il rischio di contraffazioni mediche, un farmaco originariamente pensato per curare delle patologie cardiocircolatore e successivamente sviluppato per la cura contro l'impotenza. Il Viagra può presentare molte controindicazioni e non è indicato a chi soffra di problemi cardiocircolatori.

Fortunatamente ci sono anche molti rimedi naturali per chi volesse sperimentare una via diversa alla cura della disfunzione erettile. Vanno sicuramente segnalati:


  • gingko: anticoagulante, migliora l'afflusso del sangue al pene e rilassa la muscolatura liscia. Va assunto in capsule preparate in erboristeria.

  • zinco: un minerale prezioso per l'organismo, va integrato soprattutto se si soffre di diabete e patologie simili o si assumono diuretici che possono interagire con l'attività renale. Non è assicurato il miglioramento dell'attività sessuale.

  • ginseng e ginseng indiano (Ashwagandha): sono degli eccitanti e dovrebbero migliorare l'energia, la resistenza e la funzione sessuale. Non ci sono studi medici certi; vanno assunti con particolare attenzione perché, se associati a sedativi, possono indurre sonnolenza.

  • DHEA: componente essenziale degli ormoni sessuali, va assunto con degli integratori ed è utile agli uomini che hanno un basso livello di testosterone.


Va sottolineato che ogni rimedio naturale deve essere scelto in base alle problematiche della singola persona, verificando che non ci sia un blocco psicologico o una situazione di forte stress da curare previamente; inoltre, bisogna sempre seguire uno stile di vita sano, consumando poco o niente alcol ed evitando le sigarette che possono essere una delle prime cause dell'impotenza.

Via | Farmaco e cura

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: