Cos'è la vasculite leucocitoclastica, i sintomi, le cause e la terapia

Per vasculiti si intendono tutte quelle patologie caratterizzate da un'infiammazione e dalla necrosi della parete delle arterie e delle vene. Scopriamo nel dettaglio che cosa si intende per vasculite leucocitoclastica.

vasculite leucocitoclastica

Le vasculiti possono provare la riduzione del lume del vaso, oltre che dilatazioni aneurismatiche e ischemia o emorragia dei parenchimi interessati. Le vasculiti si differenziano in primarie, dove il problema ai vasi rappresenta la patologia stessa, e vasculiti secondarie, che sono la manifestazione di altre malattie, che possono essere connettiviti, neoplasie, infezioni.

La vasculite leucocitoclastica, che come tutte le vasculiti si manifesta con sintomi ben precisi, appartiene ai disturbi che colpiscono i piccoli vasi ed una manifestazione della vasculite da ipersensibilità: a questo gruppo appartegono tutte le vasculiti che si manifestano come reazione da ipersensibilità ad una sostanza o ad un medicamento. Nel dettaglio, la vasculite leucocitoclastica è un'infiammazione dei piccoli vasi, caratterizzata da frammentazione dei nuclei dei neutrofili.

La vasculite leucocitoclastica si manifesta con sintomi come poliartralgia, febbre, ma anche lesioni cutanee, come ad esempio la porpora palpabile. Altri sintomi collegati possono anche essere affaticamento e debolezza. Le cause, invece, devono essere individuate in cause in infezioni che possono provocare questo problema, ma anche comparsa di masse tumorali o essere l'effetto dell'assunzione di alcuni farmaci.

Una volta stabilita la causa, si può attuare la terapia giusta: se c'è un'infezione in corso va curata, mentre se è causata da un farmaco bisogna sospendere il trattamento. Se la situazione si aggrava il medico potrebbe consigliare una terapia a base di corticosteroidi e immunosopressori. Sarà il vostro medico a stabilire la cura ideale.

Via | Reumatologia

Foto | da Flickr di pulmonary_pathology

  • shares
  • +1
  • Mail