Tiroide: cos'è, a cosa serve e quali malattie possono colpirla?

Si trova nel collo, ma produce ormoni che viaggiano per tutto il corpo, dove controllano molti processi indispensabili per la salute dell'organismo. La maggior parte delle malattie che la colpiscono alterano proprio i loro livelli

tiroide

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla localizzata nelle parte anteriore del collo, sotto al pomo d'Adamo, di fronte alla trachea. E' formata da due lobi laterali uniti da una porzione centrale più piccola.

La sua funzione è quella di produrre degli ormoni che verranno poi riversati nel sangue, attraverso cui raggiungeranno le loro cellule bersaglio. In effetti al suo interno sono presenti molti vasi sanguigni, che, però, non sono gli unici “ospiti” di questa ghiandola, che è attraversata anche da alcuni nervi importanti per la qualità della voce.

Fra gli ormoni prodotti dalla tiroide – che nel loro insieme prendono il nome di ormoni tiroidei – il principale è la tiroxina, indicata anche come T4. Una volta distribuiti nell'organismo, la tiroxina e gli altri ormoni tiroidei influenzano diversi processi: il metabolismo, la crescita, lo sviluppo e la regolazione della temperatura corporea. In particolare, nei bambini livelli adeguati di questi ormoni sono fondamentali perché il cervello si sviluppi correttamente.

Quando le dimensioni della tiroide sono normali la sua presenza non si nota, ma se si dovesse ingrossare possono comparire problemi come il gozzo. Gli ingrossamenti non sono, però, gli unici disturbi che possono colpire questa ghiandola e i problemi più comuni sono le anomalie nella produzione degli ormoni tiroidei. Nella maggior parte dei casi si tratta di disturbi che, se diagnosticati e trattati correttamente, non compromettono la qualità della vita.

I principali disturbi alla tiroide

Si parla di gozzo quando si vuole indicare, in generale, un rigonfiamento della tiroide. In alcuni casi si tratta di un problema innocuo, ma altre volte può essere il sintomo di una carenza di iodio o di un'infiammazione nota come tiroidite di Hashimoto.

Le tiroiditi sono infiammazioni della tiroide, spesso causate da un virus o da una malattia autoimmune. Possono essere asintomatiche o dolorose.

L'eccessiva produzione di ormoni tiroidei porta all'ipertiroidismo, una condizione spesso associata al cosiddetto morbo di Graves – una malattia autoimmune - o di un nodulo iperattivo alla tiroide. Se i livelli di ormoni sono estremamente elevati si parla di tempesta tiroidea, una condizione potenzialmente fatale. Quando, invece, la ghiandola produce pochi ormoni si parla di ipotiroidismo, una condizione che nella maggior parte dei casi è dovuta ai danni provocati da un disturbo autoimmune.

I tumori maligni alla tiroide sono, invece, poco comuni e, in genere, curabili. Più spesso all'interno della ghiandola possono formarsi dei noduli che possono anche produrre un eccesso di ormoni, ma che solo in meno del 10% dei casi sono cancerosi.

Via | WebMD
Foto | da Flickr di euthman

  • shares
  • +1
  • Mail