Proprietà benefiche dell’aloe vera



L’Aloe (Aloe Vera) è una pianta con una lunghissima storia di utilizzo da parte di molte delle tradizioni mediche del pianeta, dagli antichi egiziani ai cinesi, ai greci agli assiri e ai romani.

Le foglie vengono tagliate e il gel trasparente viene raccolto ed utilizzato il più presto possibile. Le foglie di aloe dovrebbero essere raccolte esclusivamente da piante mature con più di 3-5 anni di età: esse vanno raccolte al mattino, da piante che non abbiano ricevuto acqua da almeno 4-5 giorni, tagliando le foglie più grosse, che sono le più ricche in principi attivi, alla base della pianta. Da ciascuna pianta non dovrebbe essere asportato più del 10% delle foglie.

Le foglie vengono raschiate con un coltello o con un pelapatate in modo da eliminarne l'epidermide: la rimanente polpa viene consumata integralmente o, dopo spremitura o centrifugazione, sotto forma di succo. Tale succo può essere conservato in frigorifero per 2-4 settimane, soprattutto dopo l'aggiunta di alcol.

Per la raccolta del lattice si spreme la cuticola e si raccoglie il lattice giallastro, lo si lascia a seccare e si vende in masserelle resinose.

Proprietà del gel: antinfiammatoria, antisettica, emolliente, immunostimolante, rigenerante tessutale. Può essere impiegato per abrasioni, dermatiti, disordini infiammatori dell’intestino, immunodepressione, infezioni da HIV, psoriasi, scottature, ulcera peptica.

Proprietà del lattice: amara e lassativa irritante. Può essere utilizzato in casi di costipazione.

L’aloe vera è controindicata in caso di allattamento al seno, appendicite e dolori addominali, bambini sotto i 12 anni, costipazione spastica, diarrea, anoressia, disturbi infiammatori dell’intestino, emorroidi, gravidanza, metrorragia, menorragia, problemi renali e uso prolungato per più di 810 giorni.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: