La campagna elettorale 2013 della Lila, voteresti per un leader con l'HIV?

Campagna elettorale della Lila

Anche la Lila, la Lega Italiana per la lotta contro l'Aids, scende in campo con la sua nuova campagna elettorale, per rivolgere alcune importanti domande ai leader delle coalizioni che si presentano alle Elezioni 2013. Una campagna molto forte, di sicuro impatto, per sensibilizzare l'opinione pubblica e soprattutto la politica su un tema delicato, come quello della lotta al virus dell'HIV.

"Voteresti per me se avessi l'HIV?", questa la domanda che possiamo leggere sotto le immagini dei leader delle principali forze politiche che in occasione delle prossime Elezioni 2013 si daranno battaglia a suon di voti. Il sottotitolo spiega ancora meglio la campagna promossa dalla Lila: "Fermiamo l'Hiv, non le persone con l'Hiv".

Campagna elettorale della Lila

Campagna elettorale della Lila Berlusconi
Campagna elettorale della Lila Bersani
Campagna elettorale della Lila Giannino
Campagna elettorale della Lila Grillo

La Lila parte da un presupposto: nel nostro paese sarebbe difficile che una persona con l'HIV possa coprire il ruolo di presidente del Consiglio, perché, ad esempio, non potrebbe visitare quei paesi che chiedono un test HIV negativo per l'ingresso, ma anche perché siamo l'unico paese del G8 che da tempo ormai non versa soldi destinati al Fondo Globale di lotta a Aids, Tubercolosi e Malaria. I suoi ministri non avrebbero vita facile, così come non l'avrebbe un premier sieropositivo.

Del resto la Lila sottolinea come in Italia sia dura la vita per ogni malato di HIV, per questo per le Elezioni 2013 lancia la sua campagna, coinvolgendo politici, elettori e cittadini, per cambiare il proprio atteggiamento nei confronti di chi ha l'Aids. Nella campagna la Lila pone delle domande ben precise ai candidati, rifacendosi anche a direttive di organismi internazionali scarsamente recepite dal nostro esecutivo.

Le domande della Lila, per buttare giù il muro dell'indifferenza, dell'emarginazione, riguardano i preservativi, la discriminazione sul lavoro, l'omofobia, il consumo di sostanze, l'appoggio dal Fondo Globale. Per riportare in agenda un tema tanto importante quanto dimenticato come la lotta all'Aids!

Campagna elettorale della Lila Ingroia
Campagna elettorale della Lila Monti

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail