Gli italiani mangiano male: molta carne, poca frutta, zero legumi

pranzo italiano I risultati dell'indagine condotta dall'Inran sullo stile alimentare e la nutrizione degli italiani parlano chiaro: gli italiani mangiano male. La carne regna sulle tavole d'Italia, le verdure sono sconosciute agli adolescenti e ai giovani, e il consumo di legumi è di molto inferiore alla quantità consigliata.

Lo studio è stato condotto dal 2005 al 2006 su un campione di 1300 famiglie, per un totale di circa 3.300 soggetti di tutte le età, che hanno ospitato un osservatore per 3 giorni.

I consumi di carne superano di gran lunga quelli consigliati per prevenire le malattie del colon: la media è di 100 grammi di carne al giorno a testa, senza considerare i pranzi di Pasqua e Natale. Sempre meno colazioni e sempre più pasti fuori casa, con scarso valore nutritivo e alta quantità di conservanti, il tutto innaffiato da soft drink al posto dell'acqua. Vi ritrovate nel quadro statistico dell'Inran o le vostre abitudini alimentare sono quelle che riequilibrano la media?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: