Friggere con olio o con burro: le differenze nutrizionali

olio o burroNoi italiani preferiamo di solito usare l’olio, memori della tradizione della dieta mediterranea e ricchi come siamo di produzione d’olio di buona qualità, sebbene per friggere si ripieghi normalmente su prodotti di semi anziché d’oliva. All’estero, invece, per friggere si usa spesso il burro ma non ne siamo esenti neanche in patria, dove in alcune zone si preferisce, per comodità, costi e preferenze di gusto, usare il burro al posto dell’olio. Ma quali sono le differenze nutrizionali?

Il grafico di Vitonica mostra con chiarezza le differenze di contenuto in grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi dei due grassi: mentre l’olio d’oliva contiene più grassi polinsaturi e monoinsaturi, il burro è ricchissimo di grassi saturi, responsabili dell’aumento del colesterolo. Il profilo lipidico dei grassi di origine animale è infatti nettamente peggiore rispetto a quello dei grassi vegetali, che andranno sempre preferiti nella scelta.

  • shares
  • Mail