Lotta alle emorroidi con le erbe officinali

amamelide fioreCirca il 30-40 % della popolazione italiana adulta, al di sopra dei 40 anni, soffre del problema delle emorroidi e solo una piccolissima parte di essa fa uso di terapie farmacologiche tradizionali. In realtà, dovremmo essere a conoscenza che il mondo vegetale ci fornisce una serie di proposte valide per combattere questo disturbo così fastidioso.

Le emorroidi sono dovute ad una vasodilatazione delle vene emorroidarie, situate al di sotto del canale anale. Il disturbo si manifesta con la formazione e la comparsa di noduli sporgenti verso l'interno e formati da insiemi di vene dilatate, che si localizzano vicino all'orifizio anale. Il problema a volte è asintomatico, ma spesso si può assistere alla comparsa di perdite di sangue, prurito e dolore locale.

Tra i rimedi naturali il più noto e collaudato risulta essere l'amamelide, da sempre usata dagli erboristi europei ed americani. Viene utilizzata sia per via interna, sottoforma di decotto, sia per applicazioni locali, come unguento o pomata, per la sua capacità di togliere l'infiammo e il gonfiore e di bloccare il sanguinamento. Altri rimedi degni di nota possono essere la tintura di arnica (1-2 cucchiaini in mezzo litro d'acqua); il decotto di corteccia di quercia o semplicemente un classico infuso di camomilla romana. A voi la scelta...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail