Fobofobia: i sintomi della paura di avere paura

Ecco cosa è la Fobofobia e come ritrovare il proprio benessere.

Fobofobia

Esistono al mondo un numero infinito di fobie, molte delle quali apparentemente assurde, ma sicuramente la più bizzarra e particolare è senza dubbio la Fobofobia, ovvero la paura di avere paura. I soggetti affetti temono di essere sopraffatti da stati d’ansia al solo pensiero di provare paura nei confronti di un qualsiasi oggetto o situazione.

La fobofobia è auto-limitante e auto-replicante, in quanto l’individuo che ne soffre potrebbe già avere una o più fobie, e teme quindi di essere afflitto da altre. Può però verificarsi il caso contrario: una persona potrebbe non provare alcun fobia, ed essere terrorizzato all’idea che questa eventualità si presenti, cambiando e riducendo la sua capacità di portare a termine le attività quotidiane.

La fobofobia, come ogni altra fobia, trova origine nei disturbi d’ansia. Non esiste un vero e proprio fattore ambientale esterno scatenante. La fobofobia, come le fobie in genere, è un processo inconscio radicato nella mente delle persone, e i sintomi più comuni consistono nella sensazione di ansia, attacchi di panico, bocca asciutta, nausea, comportamenti isterici, battito cardiaco accelerato, respiro affannato. Il soggetto potrebbe avvertire il bisogno di scappare, e tali sintomi possono causare forte disagio nei soggetti afflitti.

Trovare un trattamento adeguato è dunque importante, in quanto i sintomi possono degenerare, portando la persona ad assumere comportamenti nocivi. Nel caso specifico della fobofobia è consigliato rivolgersi a un professionista, il quale potrebbe consigliare un percorso di terapia, o prescrivere dei farmaci calmanti o antidepressivi. Per evitare l’insorgere di spiacevoli effetti collaterali derivati dall’uso di questi ultimi, sarà fondamentale seguire attentamente le indicazioni del medico.

via | Fearof.net
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail