I rimedi per i dolori intercostali causati da colpi di freddo e sudate

I dolori intercostali sono delle fitte che coinvolgono una o più sezioni della gabbia toracica. Solo individuando la causa scatenante sarà possibile adottare rimedi davvero efficaci. Se la causa dei dolori intercostali è una malattia, bisogna consultare il medico per ricevere la diagnosi e la terapia adeguata. Per i disturbi di natura muscolare e ossea il medico prescriverà un trattamento a base di FANS per attenuare i sintomi. A volte dietro i dolori intercostali si nasconde un semplice colpo di freddo, in particolare quando si è sudati e si viene esposti all'aria gelida. L'escursione termica esaspera i dolori già esistenti.

Le cause dei dolori sono disparate. Se il problema si concentra sulla schiena può dipendere dalla scoliosi o da semplici problemi posturali (si sta seduti in modo scorretto per tante ore); può trattarsi di problemi alla colonna vertebrale come fratture o discopatie, spondiloartrosi o diversi tipi di infiammazioni. O ancora di Herpes zosters, un'infiammazione provocata da un virus.

Quando invece compaiono nell'area del torace, i dolori possono essere il segnale spia di problemi di cuore, come infarto, ischemia o stenosi, una cardiopatia ipertensiva o un prolasso della valvola mitralica; infiammazioni ed infezioni (bronchite, pericardite, polmonite); una pleurite, un reflusso gastroesofageo, un'embolia polmonare o lo pneumotorace. Altre cause dei dolori intercostali sono l'ulcera peptica, malattie delle vie biliari, colite e persino i noduli al seno. Le cause meno gravi, almeno dal punto di vista fisico, sono invece quelle di natura psicologica che derivano da nervosismo, ansia ed iperventilazione.

Se i colpi di freddo aggravati dalle sudate acuiscono i dolori intercostali, il primo passo da fare è coprire la parte dolente e tenerla al caldo. Se necessario usare una borsa dell'acqua calda. Fondamentale anche ridurre le esposizioni alle correnti d'aria ed evitare di prendere freddo. Mai entrare in una stanza con l'aria condizionata al massimo quando si è sudati. Dal momento che il dolore è spesso causato dalla respirazione accelerata, aiuta cercare di muoversi il meno possibile e di non affaticarsi per poter respirare lentamente e con calma. L'importante in ogni caso è sempre rilassarsi e non fare sforzi, perché il dolore può mandare nel panico e far pensare a qualcosa di grave, acuendo la percezione delle fitte. Se il dolore persiste consultate il medico.

Via | Atuttonet; Medicina360
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail