Rimedi omeopatici per il caldo: il serpente Lachesis

Mi spiace per i vegeteriani e ancor di più per i vegani: l'omeopatia è si un rimedio diciamo con una base naturale, ma non disdegna, anzi, di utilizzare api, insetti e anche serpenti. Come nel caso del Lachesis, un grosso serpente, lungo 4 metri, di color rosso, giallo e nero, che vive in America Latina, il cui veleno costituisce la base per un rimedio omeopatico molto utilizzato in estate.

E' infatti il rimedio delle persone in sovrappeso che non sopportano il caldo, che hanno un modo di parlare veloce e che sotto il solleone, soffrono moltissimo l'umidità. E' il rimedio del sistema nervoso e del circolo venoso, della menopausa, di chi esagera con l'alcol, di coloro che non sopportano quel che stringe gola e vita. E' inoltre il rimedio di chi alterna fasi di depressione e ansia, peggiorate dal caldo.

L'omeopata, che ne consiglia modalità d'assunzione e dosi, lo prescrive in quei disturbi che peggiorano al mattino, col calore, in fine primavera ed estate e che invece migliorano con l'aria aperta e la sera. Essendo un rimedio omeopatico molto particolare e versatile, viene spesso consigliato in altre associazioni, sempre indicate dal medico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail