Le cause dell'alito cattivo e i rimedi naturali

Scritto da: -

uomo alito cattivo

L’alito cattivo ha diverse cause: disturbi dentali (placca, carie, infezioni del cavo orale), scarsa igiene orale, fumo, malattie infettive, secchezza della bocca, consumo eccessivo di aglio e cipolla. Partiamo proprio da aglio, cipolla ed altri cibi dall’odore molto forte. Anche se ci laviamo i denti, utilizziamo il filo interdentale ed il colluttorio, fin quando l’organismo non li avrà digeriti completamente l’alito pesante non scomparirà, quindi è bene limitarne il consumo e consumarli cotti per accelerarne la digestione.

All’alito cattivo causato dalla scarsa igiene orale si rimedia lavando i denti dopo ogni pasto (lasciate passare qualche minuto prima di spazzolarli) ed utilizzando il filo interdentale. Questo passaggio è fondamentale perché sono proprio le particelle di cibo che si annidano tra i denti a promuovere la proliferazione dei batteri responsabili dell’alito cattivo.

Se avete delle protesi dentarie, dovete pulirle scrupolosamente. Contro l’alito cattivo sono molto efficaci anche i colluttori antibatterici. Tra i rimedi naturali contro l’alitosi è molto utile il prezzemolo, potete masticarne qualche fogliolina per eliminare i composti sulfurei volatili che generano l’alitosi.

alitosi

L’alito cattivo può essere causato dalla secchezza della bocca (xerostomia). La saliva è indispensabile per neutralizzare gli acidi prodotti dalla placca: quando il cavo orale è troppo secco le cellule morte si accumulano sulle gengive e sulla lingua, decomponendosi e provocando la formazione di cattivi odori. In questo caso dobbiamo risalire alla causa della xerostomia per liberarci anche dall’alito cattivo. La secchezza della bocca può essere un effetto collaterale di un farmaco, può dipendere dal fatto che respiriamo quasi sempre dalla bocca o ancora da problemi specifici delle ghiandole salivari. Dobbiamo parlarne con il nostro medico curante per ottenere una diagnosi corretta.

L’alito cattivo può dipendere anche dalle malattie respiratorie infettive, dalla bronchite alla sinusite. E ancora da disturbi al fegato o ai reni e dal diabete. In questo caso l’alito cattivo scompare quando viene curata la malattia scatenante. Per combattere l’alito cattivo con rimedi naturali possiamo:

  • Migliorare la nostra igiene orale, lavando i denti dopo ogni pasto e portandoci sempre dietro spazzolino e dentifricio, anche al lavoro ed in viaggio. Importante spazzolare anche la lingua per eliminare i batteri che vi si depositano. Sostituiamo lo spazzolino ogni due o tre mesi. Le protesi vanno tolte di notte e pulite accuratamente prima di reindossarle al mattimo seguente.
  • Effettuare una pulizia dentale almeno ogni sei mesi e recarsi dal dentista almeno due volte all’anno per un controllo. Bisogna prevenire le malattie dentali responsabili dell’alitosi.
  • Smettere di fumare e di masticare tabacco.
  • Bere molta acqua.
  • Masticare gomme senza zucchero per favorire la produzione di saliva.
  • Tenere una lista di alimenti consumati e farmaci assunti per aiutare il dentista a fare una diagnosi precisa sulla causa dell’alito cattivo.

Via | WebMD
Foto | Flickr; AlishaV

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
  • sheva850 Commento numero 1 su Le cause dell'alito cattivo e i rimedi naturali

    Posted by: sheva850

    Salve, ne soffro ormai da diverso tempo, ma mi chiedevo se ci sono rimedi naturali che possano in qualche modo arginare tale problematica. In tv vedo molti prodotti, tipo il CB 12, il problema è che ho una bocca molto sensibile e quindi non voglio rischiare. Girando sul web ho trovato tale articolo ad esempio, <a href='http://www.lasalutealprimoposto.it/Guarire_Con_Le_Erbe-detail/rimedio-naturale-alito-cattivo-carbone-vegetale-dona-alito-profumato/' rel='nofollow'>http://www.lasalutealprimoposto.it/Guarire_Con_Le_Erbe-detail/rimedio-naturale-alito-cattivo-carbone-vegetale-dona-alito-profumato/</a> - qui si parla di carbone, secondo lei vale la pena provare? Io sapevo che in molti lo utilizzavano per problemi di digestione, ma conosco anche soggetti che si sono trovati bene utilizzando tale sostanza per un certo arco di tempo. Cosa ne pensa? Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.