Le extrasistole sono pericolose? Ecco i sintomi da riconoscere

Scritto da: -

Un'extrasistole è un battito anomalo del cuore che può essere causato semplicemente dall'ansia o da cattive abitudini, come il vizio del fumo o bere troppi caffè. In questi casi non si tratta, quindi, di problematiche pericolose, ma se il disturbo diventa molto frequente o se è associato ad altri problemi cardiaci è bene sottoporsi a degli accertamenti per evitare conseguenze ben più gravi.

Infatti l'extrasistole è una contrazione ventricolare prematura, cioè un battito in più del cuore che non viene generato dalla stessa area che produce gli altri battiti, ma in uno dei due ventricoli, le due porzioni più in basso del cuore. Episodi frequenti possono aumentare il rischio di aritmia e nei rari casi in cui sono presenti anche delle malattie cardiache possono essere pericolosi e causare una morte cardiaca improvvisa.

Per capire l'entità del problema è importante prendere nota della frequenza della comparsa dei sintomi. I principali sono strane sensazioni al petto, come

  • la sensazione che sia “saltato” un battito cardiaco
  • palpitazioni
  • un colpo, come se il cuore saltasse in gola
  • una maggiore attenzione al proprio battito cardiaco
  • Se questi sintomi compaiono dopo l'assunzione di farmaci (ad esempio quelli contro l'asma) o di alcol o sono associati a un aumento dell'adrenalina promosso dalla caffeina, dall'attività fisica o dall'ansia, l'extrasistole non deve destare particolari preoccupazioni. Nella maggior parte dei casi non è nemmeno necessario assumere dei farmaci e un semplice cambiamento nello stile di vita può aiutare a ridurre i sintomi. La soluzione potrebbe semplicemente essere nascosta nella rinuncia a caffeina, tabacco o alcol o nella riduzione dei livelli di stress e di ansia.

    Se, però, il fenomeno è frequente è bene sottoporsi a degli accertamenti che, monitorando l'attività del cuore, aiutino a capire se alla base di questo disturbo ci siano problematiche più serie. Proprio per far luce sulle cause dell'extrasistole il medico potrebbe prescrivere un elettrocardiogramma o l'uso di un Holter, un apparecchio che permette di monitorare il battito cardiaco 24 ore su 24 per rilevare la comparsa dei sintomi durante l'intera giornata.

    Via | Mayo Clinic
    Foto | Flickr

    Vota l'articolo:
    3.87 su 5.00 basato su 23 voti.  
     
     

    © 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
    Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

    Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo Donna ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.