Cervello ghiacciato, il mal di testa da gelato

Mal di testa da gelato Siete tra coloro che quando mangiano il gelato sentono una fitta in testa? Ebbene non siete i soli, anzi, sono tantissimi quelli che soffrono di "cervello ghiacciato" o mal di testa da gelato.

Il metodo più efficace per prevenirlo? Mangiare più lentamente. L'altra buona notizia è che non dura molto, al massimo circa un minuto. Jorge Serrador ha studiato questo 'malessere' ed è direttore del War Related Illness and Injury Study Center. Se sono chiari i sintomi e ci sono trucchi per evitarlo, allo stesso tempo ci sono anche diverse teorie sulle cause. Per Serrador è dovuto semplicemente ad un flusso di sangue nella parte davanti del cervello:

"C'è un aumento di volume e di conseguenza c'è una maggiore pressione localizzata in quella precisa area"

E il dolore potrebbe essere letto dal cervello proprio per questa maggiore pressione. Un'altra ipotesi vedrebbe invece come responsabile un nervo nella parte superiore della bocca. La sua stimolazione manda un segnale al cervello che lo legge come un dolore. E' un mistero sul perchè venga letto come un "ouch" e non un semplice brivido di freddo.

  • shares
  • +1
  • Mail