Le cause dell’ansia sociale ed i rimedi per superarla

Quali possono essere le cause dell’ansia sociale, e come fare ad affrontare il problema?

L’ansia sociale è un disturbo che colpisce diverse persone, e che si manifesta inizialmente durante l’età dell’adolescenza, per poi protrarsi per molti anni, se non viene adeguatamente trattato. Tale disturbo comporta per il paziente una forte sofferenza psicologica ed emotiva di fronte a situazioni sociali considerate da altri del tutto normali. Fra le situazioni sociali più difficili da affrontare vi sono ad esempio l’andare ad una festa, il dover parlare in pubblico, il dover conoscere persone nuove, eseguire un’attività sotto lo sguardo di qualcuno, parlare di fronte ad un gruppo e così via.

Le sensazioni percepite dal soggetto vanno ben oltre quelle provocate dalla semplice timidezza. Colui che soffre di fobia sociale avverte infatti una vera e propria sofferenza invalidante, che lo porta ad evitare ciò che gli provoca i sintomi. Questi ultimi consistono nello specifico in una forte e irrazionale paura di essere percepiti come stupidi, maldestri o ridicoli. Il soggetto soffrirà inoltre della cosiddetta “ansia anticipatoria”, ovvero quella sensazione di ansia che si avverte ben prima che l’evento che lo turba abbia inizio.

Per questa ragione il soggetto tenderà a rinunciare facilmente ad immergersi in quelle situazioni sociali che provocano in lui tali sintomi, tendendo quindi ad isolarsi sempre più, fino a scegliere – ove possibile – anche di svolgere un lavoro che non lo costringa ad avere molte interazioni sociali.

cause dell’ansia sociale

Le cause dell’ansia sociale non sono per il momento ancora del tutto note, ma gli esperti ritengono che fra queste possa esservi il contesto in cui si è vissuto, l’atteggiamento assunto dai genitori nei confronti dei figli durante la loro crescita, e le esperienze vissute durante la fase dell’adolescenza. A queste possibili cause si aggiungono inoltre anche quelle genetiche.

Per quanto concerne il trattamento di questa condizione, esso si basa su diversi tipi di interventi, da quello farmacologico a quello – più in uso – della Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale, che consiste nell’esposizione graduale e sistematica alle situazioni ritenute pericolose. Il terapeuta aiuterà il paziente a ricostruire le cause dell’esordio del suo disturbo, e lo aiuterà ad acquisire le teniche migliori per affrontare e superare l’ansia. un valido aiuto potrebbe provenire anche dai rimedi naturali ed omeopatici per tenere a bada l’ansia ed affrontare le varie situazioni in maniera più serena.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Apc.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail