Sigarette elettroniche, gli esperti: "Nessuna prova dell'efficacia"

Oltre a non funzionare, le e-cig potrebbero essere dannose per la salute. Ecco l'ultimo studio sul tema

A pochi giorni dalla Giornata Mondiale contro il Tabacco in programma il prossimo 31 maggio un nuovo studio sembra poter infrangere le speranze di chi vorrebbe smettere di fumare affidandosi alle sigarette elettroniche. A pubblicarlo sono gli Annals of Allergy, Asthma & Immunology e al suo interno è presente un'accurata analisi dei rischi associati all'uso delle e-cig, inclusi quello di non riuscire a sconfiggere la dipendenza da nicotina e quello di utilizzare contemporaneamente sia le classiche “bionde” che la loro controparte tecnologica, che ha portato i suoi autori a concludere che non c'è nessuna prova che la sigaretta elettronica aiuti a smettere di fumare. Ma c'è di più. I ricercatori sottolineano infatti che chi riduce il consumo di prodotti a base di tabacco alternando il loro uso a quello delle e-cig può continuare ad esporre i bambini e chi è affetto da asma agli effetti pericolosi del fumo passivo.

Nonostante l'apparente ottimismo che circonda le e-cig e il loro supposto ruolo terapeutico nello smettere di fumare, semplicemente non ci sono abbastanza prove da suggerire ai consumatori di utilizzare le sigarette elettroniche a questo scopo

spiega l'allergolo Anndrew Nickels, autore principale dello studio.

L'uso contemporaneo delle e-cig e delle sigarette tradizionali porta con sé il rischio di esposzione al fumo passivo, causando il peggioramento della respirazione nei bambini e in chi soffre di asma

aggiunge Chitra Dinakar, coautore dello studio.

Inoltre promuove la continuazione della dipendenza dalla nicotina.

e-cig non funziona

Per di più gli autori non escludono che sul lungo termine l'uso delle sigarette elettroniche potrebbe svelare effetti dannosi delle sostanze presenti nel loro vapore che al momento non sono ancora noti.

Associazioni come l'American College of Allergy, Asthma and Immunology stanno lavorando affinché la Food and Drug Administration statunitense approfondisca le analisi e la regolamentazione delle sigarette elettroniche. Dal loro punto di vista se i liquidi contengono nicotina le e-cig devono essere regolamentate come tutti gli altri sistemi che contengono questa sostanza, ma gli esperti sono preoccupati anche per un altro aspetto: inalare sostanze irritanti, che si tratti di fumo o di vapore, influenzerebbe la salute dei polmoni, aumentando in alcuni casi anche il rischio di attacchi di asma che pongono in grave pericolo la salute.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | EurekAlert!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: