Alimentazione

Alimentazione


Quanto sia importante l'alimentazione per la nostra salute e il nostro benessere, lo sappiamo fin da piccoli, eppure... tendiamo a scordarcelo! Non che ci dimentichiamo di mangiare, dato che lo stimolo dell'appetito è regolato a livello cerebrale e non è "volontario" ma una funzione fisiologica fondamentale. Quello che ci dimentichiamo è che non un cibo vale l'altro, e che per mantenere in condizioni ottimali quel "tempio" che è il nostro organismo, dobbiamo mangiare "sano". Da cosa dipendono i nostri gusti in fatto di alimentazione?

Molti studi concordano sul fatto che essi si formino fin dalla più tenera età, ovvero ancora in fase di svezzamento, ma che poi si possano modificare nel tempo a causa di una serie di fattori esterni e biologici. Ad esempio, è certo che nella tendenza a consumare il dannosissimo cibo-spazzatura, intervenga una sorta di assuefazione, o meglio, di dipendenza (un po' simile a alle droghe) che è provocato dalla forte presenza, in questi cibi, di additivi tra cui sale e zucchero che servono per renderli più appetibili. Sodio e glucosio, però, fanno male al nostro organismo, creano squilibri a livello metabolico e circolatorio, e ci possono predisporre a malattie come il diabete e le cardiopatie, senza contare i tumori. Inoltre... ci fanno ingrassare!

Per molte persone la parola alimentazione è sinonimo di dieta, di dieta dimagrante. Ma per rimanere nel nostro peso forma, non abbiamo bisogno di nutrirci poco, ma di nutrirci bene. Un regime alimentare bilanciato deve contenere tutti i principi nutritivi di cui abbiamo bisogno, dalle proteine ai sali minerali, dalle vitamine alle fibre ai carboidrati semplici (come gli zuccheri) e complessi. E i grassi? Anche quelli devono essere presenti, guai a privarsene, ma devono essere grassi "buoni", "insanturi", come quelli contenuti nell'olio extravergine d'oliva (pilastro della dieta mediterranea), nella frutta secca come noci e nocciole, e in molti pesci come il salmone.

L'educazione alimentare sta entrando nei programmi scolastici ministeriali, perché tanti studi scientifici ci stanno informando sull'importanza di quello che mangiamo per prevenire malattie e invecchiamento. Ecco perché fin da bambini è così importante capire che la frutta e la verdura non sono dei "nemici", ma dei cibi sani e gustosi che vanno consumati tutti i giorni, e che i dolcetti è meglio lasciarli alle occasioni speciali. Per le donne, poi, la giusta alimentazione è anche il sistema migliore per preservare la bellezza della pelle, per contrastare i disturbi dell'umore e per conservare il più a lungo possibile la fertilità. L'importanza a dell'alimentazione in gravidanza e allattamento, poi, è notoria: la mamma deve nutrire se stessa e il feto che porta in grembo, il che non significa mangiare per due, ma... mangiare meglio!

Evitare pericolose carenze vitaminiche è cruciale anche per il funzionamento del nostro cervello, e per crescere in modo armonioso durante l'adolescenza, evitando di incorrere in quel gorgo buio e pericoloso che sono i disturbi dell'alimentazione, come anoressia e bulimia. Insomma, mangiare deve rimanere un piacere, ma un piacere consapevole, in cui il gusto sia associato al benessere e all'energia vitale e non al senso di colpa...

Archivi

Archivi per mese

2014

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007