Benessereblog Salute Trattenere la pipì fa male? Ecco cosa potrebbe succedere

Trattenere la pipì fa male? Ecco cosa potrebbe succedere

Trattenere la pipì fa male? Ecco cosa potrebbe succedere

Trattenere la pipì non è esattamente una buona idea. Talvolta è normale non avere la possibilità di andare in bagno non appena se ne sente il bisogno, e non per forza questo causerà danni alla nostra salute.

Tuttavia, trattenere regolarmente la pipì può aumentare il rischio di sviluppare infezioni o complicazioni da non sottovalutare. Scopriamo quali sono, per l’esattezza, le possibili conseguenze a cui potreste andare incontro se doveste trattenere la pipì troppo spesso e per troppo tempo.

Trattenere la pipì fa male? Ecco cosa potrebbe succedere

Non esiste un dato certo che dica per quanto tempo sia possibile effettivamente trattenere la pipì senza conseguenze. Questa tempistica varia sulla base di alcuni fattori, come:

  • le dimensioni della vescica
  • le abitudini individuali
  • l’età
  • la presenza di alcune condizioni di salute particolari.

Possiamo dire che, in un adulto sano, trattenere la pipì di tanto in tanto non causerà alcun danno, soprattutto se non si hanno particolari problemi al sistema urinario. Se questa dovesse diventare un’abitudine, però, potreste andare incontro a delle conseguenze importanti.

Quanto fa male trattenere la pipì? Ecco i rischi

Ecco quali sono i rischi e le possibili conseguenze da non ignorare.

  • Dolore: ignorare regolarmente il bisogno di fare la pipì può causare dolore alla vescica o ai reni. Inoltre, anche quando andrete in bagno, potrete provare una fastidiosa sensazione di dolore durante la minzione. Potreste infine avere anche dei crampi pelvici.
  • Infezioni del tratto urinario: in alcuni casi, trattenere l’urina troppo a lungo può causare la proliferazione dei batteri, e questo può portare allo sviluppo di un’infezione del tratto urinario (UTI).
  • Danni ai muscoli del pavimento pelvico: questa cattiva abitudine può anche danneggiare i muscoli del pavimento pelvico, e ciò potrebbe aumentare il rischio di soffrire di incontinenza urinaria.
  • Calcoli renali: infine, trattenendo la pipì spesso e a lungo potreste favorire la formazione di calcoli renali, specialmente se avete già sofferto di questo problema, o se presentate un alto contenuto di minerali nelle vostre urine.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Seno gonfio, le possibili cause
Salute

Il seno gonfio è sintomo di tumore? Leggi quali sono tutte le possibili cause di questo problema e quali sintomi non bisogna mai ignorare