Benessereblog Salute Terapie e Cure Soffio cardiaco, 7 cose da sapere

Soffio cardiaco, 7 cose da sapere

Soffio cardiaco, 7 cose da sapere

Guarda la galleria: Soffio cardiaco

Il soffio cardiaco è più comunemente noto come soffio al cuore ed è un rumore anomalo che il medico può percepire auscultando il torace. Nella maggior parte dei casi si tratta di una situazione benigna, provocato dalla chiusura delle valvole, in una piccola percentuale, invece, può essere il sintomo di una malattia cardiaca. Ecco quindi le cose fondamentali da sapere sul soffio cardiaco.

  • È prodotto dal flusso turbolento e rapido del sangue attraverso le valvole.
  • Se il soffio è legato a una patologia cardiaca può essere presente dalla nascita (patologia congenita) o manifestarsi nel corso degli anni (patologia acquisita).
  • Le cause dell’aumento della velocità del sangue possono essere: sport, febbre, anemia, ipertiroidismo, e gravidanza.
  • Le alterazioni valvolari alla base del soffio possono essere anche la conseguenza di infezioni (vedi febbre reumatica).
  • Nel caso di situazione benigna non ha sintomi, se invece è associato a una patologia può anche essere accompagnato da gonfiore agli arti, aumento di peso, fiato corto, tosse cronica, fegato ingrossato, dilatazione e turgore delle vene del collo, dolore al petto, vertigini, svenimenti e, nei bambini, scarso appetito e problemi di crescita.
  • Il soffio non si può prevenire
  • Se il soffio è innocente non c’è bisogno di una terapia.

Via | Humanitas

Seguici anche sui canali social