Benessereblog Benessere Salute, 3 mudra per guarire

Salute, 3 mudra per guarire

I mudra rientrano nelle antiche tecniche indiane che riequilibrano le energie portando benefici a diversi livelli.

Salute, 3 mudra per guarire

I mudra rientrano nelle antiche tecniche indiane che riequilibrano le energie portando benefici a diversi livelli.

In questo post tratteremo del mudra delle mani, le mani possono essere considerate infatti lo specchio del corpo e della mente.

Ogni dito della mano emana energia e determinate posizioni servono per correggere squilibri emotivi o fisici. In un post precedente vi ho parlato dei mudra per il benessere psicofisico.

Ora vi illustrerò 3 potenti mudra ad effetto terapeutico, utili quindi per alleviare disturbi e per guarire alcune parti del corpo. Vorrei precisare tuttavia che i mudra hanno un effetto veramente potente, ma che alleviano disturbi o aiutano a sopportare meglio le patologie di cui si soffre per le quali è comunque indispensabile il supporto medico.

Prana Mudra

Accresce la vitalità, migliora la vista e riduce stress e nervosismo. Favorisce fiducia in sè stessi.

Si esegue unendo le punte del pollice, dell’anulare e del mignolo mentre le altre rimangono distese. Si pratica per 5 minuti circa quando se ne sente il bisogno.

Ushas mudra

Per ricaricare le energie al mattino e difatti si pratica prima di alzarsi intrecciando le mani dietro la testa e inspirando energicamente diverse volte. L’espirazione invece deve lasciare andare le tensioni. Il mudra va eseguito 6 volte.

Bhudi Mudra

Si utilizza per ristabilire l’equilibrio dei fluidi, quindi in caso di disturbi dei reni e della vescica. Il mudra è utile anche in caso di bruciore agli occhi e scarsa lacrimazione.

Si esegue unendo le punte del pollice e del mignolo rilassando le altre. Va praticato secondo necessità per 15 minuti.

 

 

 

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Perché si dice rosso di rabbia?
Psicologia

La rabbia può essere un’emozione positiva e utile, se espressa in modo appropriato. Ma quando ci lasciamo prendere la mano, può accadere che tale sentimento prenda il sopravvento, con tutte le prevedibili conseguenze che comporta. Tra le sue manifestazioni c’è anche il rossore del viso: in questo articolo ci preoccupiamo di spiegare scientificamente perché questo accade ed il significato che si cela dietro la frase “rosso di rabbia”.