Benessereblog Bellezza Cura corpo Quante volte lavare i capelli per non rovinarli

Quante volte lavare i capelli per non rovinarli

Quante volte dovremmo lavare i capelli ogni settimana per non rovinarli e averli sempre sani, puliti e belli? I fattori da tenere in considerazione sono molti, a partire dal tipo di capello oppure da quanto sport facciamo o, ancora, da quanto inquinamento mette a dura prova la bellezza e la salute del nostro cuoio capelluto. Se si vogliono lavare tutti i giorni, poi, ecco i consigli degli esperti per non rovinare i capelli con shampoo frequenti.

Quante volte lavare i capelli per non rovinarli

Per avere capelli belli e sani, bisogna sapere come trattarli e come prendersi cura di loro. Talvolta non ci soffermiamo a pensare quanto siano importanti non solo i detergenti che usiamo per lavarli, ma anche la frequenza degli shampoo. Lavarli troppo poco non è di certo salutare, ma non lo è nemmeno esagerare con i lavaggi. Se ti stai chiedendo quante volte lavare i capelli per non rovinarli, per averli sempre puliti e belli e per garantirne la salute, ecco che gli esperti ci dicono che uno shampoo quotidiano può danneggiarli. Meglio fare passare qualche giorno tra uno shampoo e l’altro.

Quante volte bisogna lavare i capelli per non rovinarli?

Ogni quanto dovremmo lavare i capelli? La frequenza degli shampoo è fondamentale per poterli mantenere belli e in salute. Per rispondere alla domanda che spesso tiene banco, soprattutto dal parrucchiere, esperto della cura dei capelli, dobbiamo sapere che tipo di capelli abbiamo. Come accade per la pelle, a seconda della tipologia dei capelli possiamo sapere come prenderci cura di loro.

Conoscere il tipo di capelli è importante anche per poter valutare quali detergenti usare. Secondo alcuni esperti, come il parrucchiere e specialista dei capelli Michael Van Clarke, ecco cosa è bene sapere:

  • chi ha i capelli fini o molto fini dovrebbe fare uno shampoo al giorno, perché queste persone hanno più ghiandole sebacee sul cuoio capelluto e i loro capelli sono molto grassi
  • per chi ha i capelli di medio spessore, lo shampoo può essere fatto con una frequenza più bassa, soprattutto se non si sporcano spesso: il consiglio è farlo ogni due giorni
  • per chi ha i capelli spessi, che si sporcano meno facilmente e tendono a diventare secchi, i lavaggi devono essere ancora meno frequenti, anche ogni tre giorni (ovviamente se notiamo che sono sporchi, dobbiamo lavarli prima)

Quanto tempo durano i capelli puliti?

I capelli rimangono puliti a seconda di molti fattori:

  • il tipo di capelli
  • quanti prodotti di styling usiamo
  • il nostro stile di vita, anche alimentare
  • lo sport fatto (e il sudore prodotto)
  • gli agenti atmosferici esterni come lo smog a cui capelli e cuoio capelluto sono sottoposti
  • i detergenti usati per lo shampoo

A seconda di una combinazione di tutti questi fattori, ci sono persone che hanno i capelli puliti più a lungo e altre che, invece, sono costrette a farsi lo shampoo con maggiore frequenza. In quest’ultimo caso, meglio seguire i prossimi consigli per non rovinare i capelli lavandoli tutti i giorni.

come lavare i capelli

Come lavare i capelli ogni giorno senza rovinarli?

Lavarsi i capelli ogni giorno è così sbagliato? Secondo alcuni esperti sì, secondo altri no. A patto di seguire alcune regole fondamentali:

  • usare solo shampoo, balsamo e altri prodotti di altissima qualità
  • optare per detergenti pensati appositamente per il proprio tipo di capelli
  • ridurre al minimo l’uso di phon o piastre per capelli, soprattutto se si fa lo shampoo ogni giorno
  • usare pochi prodotti di styling, che appesantiscono e sporcano il cuoio capelluto
  • utilizzare prodotti protettivi per evitare che lo smog e l’inquinamento possa rovinare i nostri capelli

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come eliminare un punto nero incistato
Cura corpo

Eliminare un punto nero incistato può non essere semplice, specie in casa. In casi come questo può essere utile ricorrere al dermatologo, il quale nel proprio studio, e con gli attrezzi giusti, può portare a compimento l’operazione in modo sicuro ed efficace. A chi voglia provare da solo, si consiglia di optare per un estrattore di punti neri o per un aspiratore, entrambi strumenti ampiamente diffusi in commercio.